Accedi oppure registrati

Ambiente » Ikea punta sul geotermico

Ikea punta sul geotermico

Condividi Segnala a un amico 16 February 2009

Tag:

Gli svedesi di Ikea hanno inaugurato a Corsico un impianto geo-termico in grado di fornire al super-store del mobile aria fredda o calda a seconda della stagione, semplicemente sfruttando il gradiente termico presente tra la superficie (più fredda) e una profondità di 125 metri (più calda). Secondo i calcoli della società l’ingente investimento si ripagherà nel medio/lungo termine grazie a una riduzione fino al 50% dei consumi energetici necessari a raffreddare e riscaldare il negozio. Lo stesso progetto sarà riproposto, in maniera ancor più ambiziosa, nel punto vendita in costruzione a Parma. In Italia la geotermia vanta una storia secolare: il primo impianto in grado di sfruttare il vapore proveniente dal sottosuolo per produrre elettricità risale addirittura al 1904. Gli impianti geo-termici sono in fase sperimentale anche negli Stati Uniti e potrebbero arrivare a fornire, secondo le previsioni degli scienziati, il 10% dell’energia globale prodotta se applicati in maniera diffusa e capillare. L’unico effetto collaterale è rappresentato dal rischio sismico che questi impianti potrebbero causare, come avvenuto in Svizzera nei pressi di Basilea, dove la costruzione di un grosso impianto geotermico ha subito uno stop forzato proprio a causa di scosse telluriche provocate dagli scavi in profondità.