Accedi oppure registrati

Ambiente » Green World: Claber per lo sviluppo sostenibile

Green World: Claber per lo sviluppo sostenibile

Condividi Segnala a un amico 06 May 2010
Claber, marchio italiano molto noto nel mercato dell'irrigazione domestica e professionale, ha voluto testimoniare il suo impegno verso l'ambiente realizzando il sito www.green-world.it che riassume una somma di esperienze e di iniziative che Claber ha deciso di condividere con gli operatori ed i consumatori, sintetizzandole con un unico nome: Green World.
In Green World, l'azienda comunica le sue linee guida per lo sviluppo sostenibile e i concreti risultati ottenuti: dagli investimenti nell’energia idroelettrica e fotovoltaica, al risparmio energetico nel ciclo produttivo, alla riduzione e riciclo degli scarti, al packaging ecologico.
'Claber è una grande azienda all’avanguardia - leggiamo nella presentazione del sito -, con una missione importante: diffondere l’amore per il verde ed il rispetto per una risorsa vitale e sempre più preziosa, l’acqua. Un impegno che prende forma non solo nei prodotti, ma in tutte le attività aziendali. Dall’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili e pulite, all’utilizzo di materie prime non nocive e riciclabili, alle iniziative di omunicazione sui temi dell’ecologia e del risparmio idrico'.
Abbattere gli sprechi d’energia e d’acqua, ridurre l’impatto ambientale, garantire un lungo ciclo di vita dei prodotti, sono oggi gli imperativi assoluti di ogni azienda che abbia a cuore il suo futuro e soprattutto quello del nostro pianeta.
Il sito www.green-world.it è inoltre una fonte di informazioni per tutti, sui temi della sostenibilità, della tutela ambientale e della gestione dell’acqua, attraverso tre rubriche con articoli specifici:
  • Earthgoodnews, un notiziario sulle iniziative più innovative e positive per il futuro del pianeta;

  • Ecosuggerimenti, una guida con semplici consigli per una vita ed un consumo più ecologico;

  • Aqualove, per conoscere sempre di più e gestire sempre meglio l’acqua, non solo nell’irrigazione ma in tutti gli aspetti ambientali, industriali e culturali.