Accedi oppure registrati

Analisi » Il mercato dei mobili in kit per la casa

Il mercato dei mobili in kit per la casa

Condividi Segnala a un amico 30 October 2008
Il bricolage in Italia registra una crescita più veloce rispetto ad altri Stati europei e il comparto dei mobili in kit sa proporre il meglio del design italiano, garantendo semplicità di montaggio.

Un piccolo o un grande spazio da arredare: ecco che il mobile in kit può risolvere egregiamente una necessità dentro o fuori l’abitazione.
Il rivenditore deve quindi ascoltare quali sono le esigenze del cliente finale per trovare l’articolo più adatto da proporre. Scegliere tra legno o lamiera significa avere vantaggi diversi, ma si spazia, con il catalogo Zapet, anche nel pvc rigido, pvc plastificato, ps polistirene antiurto, abs acrilonitrite-butadiene-stirene, pp polipropilene.
La possibilità di utilizzare a piacere i montanti permette inoltre di comporre soluzioni modulabili e intercambiabili nello spazio e nel tempo. E i colori non mancano per personalizzare i propri angoli.

Tra mobili e scaffali


Nei cosiddetti ambienti di servizio quali balconi, garage, cantine, un mobile in kit o una semplice scaffalatura sono l’ideale per inserire tutto ciò che dev’essere a portata di mano ma non direttamente visibile. Anche nelle seconde case, l’arredo da montare si presenta una soluzione vincente. Sfogliando i cataloghi si trovano davvero modelli per tutti i gusti. Tra i diversi mobili in kit del brand Kis proposto da a.b.m. Italia un’attenzione particolare merita la linea in filo cromato Quick. Si tratta di un sistema modulare per arredo di interni composto da montanti e ripiani che offrono al cliente una soluzione ottimale per l’organizzazione degli spazi abitativi. I numerosi accessori e le molteplici finiture fanno sì che la linea Quick sia anche molto decorativa. Inoltre, la fase di assemblaggio necessita solo di un martello di gomma proponendo così una soluzione di arredamento semplice e immediata.
Niente paura in caso di intemperie se si scelgono gli armadi in resina polipropilenica di Domus Industriale da collocare in balconi, verande ma anche in garage.
Il fascino del legno ha attirato molti acquirenti della linea Country presentata da F.lli Oste, cui si aggiunge il successo del sistema Iron in acciaio cromato per quanto riguarda le scaffalature.
Compact di Pin è una proposta che si adatta alle diverse esigenze, perché sono armadi ad ante a battente completamente modulabili; la variabilità delle sue misure esterne, come quella della gestione dello spazio al suo interno riescono a soddisfare tutti.
Cantine e ripostigli possono essere ben organizzati con mobili e scaffali in kit di Pro.Metal Arredi, la quale nomina come prodotto di successo lo scaffale in kit a incastro e a bullone, seguito immediatamente dagli armadi metallici componibili.
Tra modelli per uso generico e quelli per utilizzi specifici, gli armadi in polipropilene in kit Stanley Zag si distinguono per caratteristiche estremamente peculiari: le cerniere in metallo, i piedini regolabili e la presenza di una struttura monoblocco, anche nelle versioni da 180 cm, conferendo una grande stabilità e robustezza e un elevato livello qualitativo. Per chi ama il bricolage, c’è la Linea Moduli Officina, tutti gli elementi vengono forniti in kit e sono molto pratici da assemblare, senza l’ausilio di alcun utensile, completamente a incastri. Si rivela utile la Guida alla Progettazione, fornita su richiesta ai negozi; si tratta di un blocco di fogli formato A4 dove su un lato sono riportate le foto e le dimensioni di tutti gli elementi disponibili, mentre sull’altro lato uno schema millimetrato consente al cliente di fare un piccolo progetto di come arredare lo spazio a sua disposizione.
Armadi minivolume sono proposti da Zapet, in modelli diversi e relative dimensioni.
Massima versatilità con Quadro System di Trend, la scaffalatura universale componibile aperta, chiusa oppure in entrambe i modi, nonché a piacere in altezza e larghezza. Le composizioni sono già pronte in kit, per la grande distribuzione oppure in confezioni di singoli elementi, per la vendita assistita.

I materiali


Per ogni angolo della casa esiste un mobile adatto per occupare uno spazio e avere una funzione. In base a questa premessa, i materiali per costruire un mobile o uno scaffale sono differenti: griglia o lamiera forata per gli spazi più semplici come garage, giardini e terrazze oppure vetro, legno, abs e plexiglas colorati per altri ambienti. La resina, per esempio, garantisce un’estrema semplicità di trasporto, di montaggio, la facile sostituzione di parti accidentalmente rotte e soprattutto non si svernicia e non arrugginisce. Per i mobili in kit e scaffalature de l’ArredoPratico di F.lli Oste il materiale principale è il legno di abete massello grezzo levigato, abbinato al compensato di faggio o tiglio. Infatti si tratta di mobili la cui genuinità è certificata dal consorzio “Vero Legno”. Le scaffalature “Iron” sono realizzate in acciaio cromato di alta qualità.
Robustezza e affidabilità sono garantite dalla lamiera zincata, zincoplastificata e zincobiplastificata di Pin e dai lamierati di acciaio di Pro.Metal Arredi.
Il polipropilene si rivela indicato per gli armadi ad uso esterno, perché non arrugginisce e non si deforma, e inoltre ci spiegano da SWK Utensilerie che “i nostri armadi da giardino sono caratterizzati da una protezione aggiuntiva ai raggi UVA che ne previene l’alterazione del colore nel tempo”.

E il design


Appare interessante, ma soprattutto sufficientemente esauriente, il concetto di “design democratico” proposto da a.b.m. Italia. L’obiettivo della progettazione stilistica è chiaro: “ottenere oggetti utili e funzionali ma le cui forme siano fortemente attrattive e piacevoli, capaci di offrire soluzioni di arredo ideali per ogni spazio della casa. Un oggetto di uso quotidiano dunque che mantenga inalterata nel tempo la soddisfazione dell’acquisto”.
Quando però il mobile deve essere collocato in spazi esterni, la qualità diventa il primo punto, perché la scelta del materiale e la sua lavorazione ne determinano la resistenza e quindi la durata. Infine altri aspetti importanti da non sottovalutare sono la praticità dell’imballo, la facilità di montaggio e le istruzioni di montaggio di facile interpretazione, come suggeriscono da Pro.Metal Arredi.
E c’è anche chi ha visto premiato il proprio impegno nello studio del design come Zapet, che si è posizionata prima alla terza edizione del Solvin Award for PVC Innovation. Il premio speciale per il design le è stato assegnato per il progetto garage solution, una proposta per il garage, che può essere ottimizzato mediante la combinazione di diversi profili di pvc rigido. Il sistema espandibile consente nel tempo di costruire intere pareti attrezzate.

Italia ed estero a confronto


Valutando i dati riportati da qualche azienda, si nota che pur essendo il bricolage un fenomeno più recente nel nostro Paese, si registra d’altra parte una crescita più veloce rispetto ad altri Stati europei. Per a.b.m. Italia “l’unica differenza sostanziale che è possibile notare tra i mercati consiste nel fatto che il consumatore nord-europeo a differenza di quello latino è più maturo ed esperto nel settore DIY e mostra tutta la sua familiarità anche con i prodotti più innovativi”.
Per capire meglio quanto il mercato italiano sia diventato più ricettivo nel tempo, riportiamo l’esempio tratto dall’esperienza di F.lli Oste: “quando abbiamo creato l’ArredoPratico, circa 11 anni fa, sul mercato non esistevano dei veri e propri mobili in kit in legno grezzo. Anche noi siamo partiti con prodotti “basic” (cavalletto, cassapanca, scaffale) per arrivare poi in pochissimi anni ad avere delle vere e proprie linee di mobili d’arredamento”.
Puntualizzano però da Pro.Metal Arredi che, pur essendo un mercato in crescita, “il cliente italiano forse denota ancora qualche difficoltà a recepire la praticità dei prodotti, continuando a preferire prodotti già assemblati”.

Punti vendita a confronto


Questa tipologia di articoli è presente nei differenti punti vendita, ma mentre la GD “è avvantaggiata in quanto si limita a 2 o 3 referenze a prezzi molto bassi - dichiarano da Domus Industriale - la rivendita tradizionale e i centri di bricolage devono, a nostro avviso, puntare sempre più sulla profondità di gamma e sulla qualità tralasciando le offerte di primo prezzo per non combattere “guerre” perdenti in partenza con la GD”.
Sicuramente, come osservano da a.b.m. Italia, “oggi il consumatore privilegia i punti vendita più assortiti sia nei prodotti che nei servizi. Un punto che gioca a favore di alcune insegne è l’ambiente friendly, con un’organizzazione degli spazi che risponde al concetto di “percorso ordinato e strutturato” in cui il cliente si possa orientare facilmente”.
Ma per chi cerca anche l’assistenza post vendita, essa è offerta dal negozio tradizionale, dove il cliente finale può essere assistito con maggiore attenzione all’acquisto e ricevere le informazioni e i suggerimenti di cui necessita.

Esposizione sul luogo d’acquisto


Un buon livello di sell out inizia proprio con l’esposizione senza trascurare il servizio di assistenza post-vendita, sempre gradito.
Da F.lli Oste dichiarano che è lo stesso cliente che offre l’opportunità all’azienda di creare nel proprio punto vendita layout personalizzati, forniti di pannelli didattici, riscontrando sempre una risposta molto positiva nelle vendite.
Ma anche l’imballo svolge un suo ruolo, perché grazie alle fotografie ambientate dimostra i vari utilizzi.
Verifiche periodiche supportate dalla compilazione di report mensili sono la strategia di Zapet, allo scopo di garantire il corretto funzionamento del campione esposto sul punto vendita.
Interessante l’impegno di a.b.m. Italia nella comunicazione, volta a mostrare al cliente alcune delle possibili soluzioni di costruzione così da facilitare la comprensione del prodotto e del suo utilizzo. A tal fine è stato creato un packaging semplice e chiaro per ogni referenza, un leaflet riassuntivo della gamma e delle istruzioni di montaggio e 5 crowner posizionati lateralmente e sopra il punto di esposizione degli articoli. In tal modo si svolge anche un’azione didattica per chiarire quali sono i vari step di acquisto degli articoli della linea Quick.