Accedi oppure registrati

Analisi » Abrasivi: tra flessibili e rigidi

Abrasivi: tra flessibili e rigidi

Condividi Segnala a un amico 29 April 2010

Tag:

La rivendita tradizionale resta il luogo dove si trova il consiglio del rivenditore, il quale oltre a materiale informativo classico può usufruire anche di video dimostrativi.

Dai nastri alle mole ai dischi


All’interno del comparto degli abrasivi diverse sono le tipologie a disposizione. Ai classici dischi abrasivi rigidi piani, a centro depresso, fibrati, flessibili, lamellari, dischi da taglio e da sbavo si affiancano quelli diamantati e le ruote lamellari, così come nelle mole a quelle per pietra, alluminio, ghisa, per rettifica, con perno e CBN si aggiungono quelle diamantate.
Differenti sono altre produzioni in cui la lavorazione della carta abrasiva porta alle diverse forme necessarie per lavorazioni a mano o su macchine portatili, quindi fogli, rotoli, dischi, nastri.
L’offerta del mercato prosegue con flap in tessuto non tessuto abrasivo e flap in tessuto non tessuto miste con tela abrasiva in vari diametri; tamponi e bandelle in tessuto non tessuto e dischi in tessuto non tessuto.
Tutte queste tipologie necessitano naturalmente di un’adeguata esposizione sul punto vendita. Per questo l’esposizione dev’essere studiata per essere visibile, sia essa da banco, in questo caso come quelli in cartone di Ima, scelta a seconda del prodotto, oppure da pavimento. Si tratta di esposizioni che sono adattabili a ogni punto vendita, come spiegano da Reit, secondo se si tratta di dischi o mole di differente spessore. Altra proposta sono gli espositori metallici ad alta capacità, per dischi di varie grandezze e tipologie così da agevolare la scelta del cliente finale.
Gli espositori diventano più eleganti e funzionali e le aziende propongono sistemi modulari, ma anche appositi stand oppure espositori da parete in alluminio. Talvolta gli articoli sono confezionati in blister.

Incentivare le vendite


Spesso le aziende attivano promozioni con gadget, target con premi, omaggi, ma sono veicolati anche i sempre efficaci volantini contenenti promozioni su determinati periodi.
Le campagne di comunicazione sia sul web sia sulle principali riviste di settore permettono di arrivare in maniera efficace ai propri interlocutori, ma raggiungere i rivenditori anche tramite iniziative promozionali diventa una scelta molto apprezzata.
Il punto vendita deve comunque essere sempre ben fornito di materiale tecnico-pubblicitario, campionature gratuite e in certi casi sono anche disponibili i video dimostrativi dedicati ad alcune tipologie tra i prodotti di Reit.
Apprezzati sono anche gli eventi locali dei rivenditori partner.

Quale canale privilegiare?


Facendo un rapido confronto tra la rivendita tradizionale e la Gds si notano alcune differenze. Se nella prima di solito si può acquistare esattamente la quantità desiderata, nella Gds si è più vincolati alle confezioni, in compenso l’assistenza tecnica è simile per aiutare e consigliare il cliente nella scelta d’acquisto. La maggiore disponibilità di spazio permette di trovare un assortimento superiore nella Gds.
Per Bosch “entrambi i canali hanno un ruolo importante ma i due canali hanno target e prodotti differenti. Bosch offre due linee di accessori distinte per il fai da te e per l’utilizzo professionale. Certamente i volumi di mercato degli abrasivi per uso professionale e artigianale sono molto più elevati di quelli destinati al bricolage”.
A favore della ferramenta è Reit che dichiara: “quando si parla di prodotti destinati all’industria o al professionista crediamo che la ferramenta abbia ancora qualche punto di vantaggio rispetto alla Gds, sia che si tratti di abrasivi che di altra tipologia di materiale. Il motivo è da ricercarsi nella competenza e nel rapporto più diretto con il cliente che ancora nella ferramenta è molto presente mentre difetta nella Gds. Riteniamo molto importante che l’utilizzatore sia in possesso delle maggiori informazioni possibili sul prodotto che sta per acquistare e ciò avviene principalmente attraverso le figure professionali che operano all’interno del negozio, che nel caso della ferramenta hanno di solito sufficiente conoscenza dei prodotti ed esperienza per poter proporre ciò che necessita all’utilizzatore. Il rapporto continuo con il cliente è inoltre un’importante fonte di informazioni riguardo al comportamento dei prodotti forniti e al grado di soddisfazione del cliente stesso, che permette al rivenditore di individuare a sua volta il giusto assortimento di merce a magazzino per meglio rispondere alle esigenze della clientela”.

Qualche osservazione
Prendiamo spunto da una sezione del sito di Nastroflex div. Abrasivi Industriali per ricordare che gli abrasivi devono essere usati da personale esperto e competente. Importante è effettuare un'analisi dei rischi per determinare le precauzioni di sicurezza specifiche riferite a ogni processo. I dispositivi di prevenzione individuale (DPI) sono un elemento imprescindibile. Tramite i pittogrammi di sicurezza apposti su prodotti o sulle etichette si possono quindi scegliere i guanti, le cuffie, gli occhiali e le mascherine antipolvere che devono essere adeguatamente indossati. Infine lo smaltimento dei rifiuti deve essere effettuato in accordo alle legislazioni nazionali e locali.