Accedi oppure registrati

Analisi » Riscaldare gli ambienti in modo moderno ed ecologico

Riscaldare gli ambienti in modo moderno ed ecologico

Condividi Segnala a un amico 15 November 2007
Oltre alle stufe tradizionali, funzionanti a legna o pellet, rivestite da ceramica che spesso le rende veri arredi all’interno delle abitazioni, oggi è possibile scegliere, nell’ampia offerta disponibile sul mercato, un apparato per il riscaldamento domestico che sia il risultato della ricerca tecnologica. Nascono così stufe elettriche, alogene, riscaldatori elettrici a raggi infrarossi, a combustibile liquido, termoconvettori e termoventilatori.
I riscaldatori elettrici a raggi infrarossi Varma Infrared sono proposti da Varma Tec per abitazioni, box, taverne, piccoli uffici, poiché garantiscono un calore immediato, con assenza di pre-riscaldo, localizzabile solo dove si necessita. Tra i pregi, ricordiamo che è un sistema senza combustioni o odori, non solleva polveri, è direzionabile come la luce ed è molto conveniente nel consumo di energia, infatti permette un risparmio di oltre il 60% rispetto ai sistemi tradizionali.
Tutte le stufe Dusty, distribuite da Ferritalia, sono progettate e costruite nel pieno rispetto delle direttive europee a cui ciascuna tipologia di stufe appartiene: stufe alogene, radianti, termoventilatori alimentati a elettricità a 230V sono alcune tra le proposte.

Materiali e pregi


Il metallo predomina decisamente nelle produzioni, seguito dalle plastiche autoestinguenti (classe V0). I pregi di questi materiali, spiegano in Bimar, “sono la resistenza alle alte temperature e la possibilità, grazie alla loro malleabilità, di creare prodotti dalle forme gradevoli. In particolare per quanto riguarda le plastiche il pregio fondamentale è che non si infiammano in caso di guasto”.
Nel caso dei riscaldatori Varma Infrared si utilizza uno speciale bulbo Philips schermato, in cui passa un filamento riscaldante che non si degrada nel tempo e con una durata molto lunga. Per ottimizzare il calore irradiato dal bulbo sono stati sviluppati esclusivi riflettori parabolici in alluminio che creano una fonte di calore molto potente, omogenea e direzionabile.
Nei termoventilatori di buona qualità si può avere l’elemento riscaldante ceramico che li distingue da quelli con gli elementi al quarzo, spiegano in Ferritalia, la quale aggiunge inoltre che “i materiali sono, in una certa misura, imposti dalla tipologia del prodotto e dalla funzione dei componenti”.

Prodotti tecnologici


Abbiamo definito questi articoli come moderni, la tecnologia quindi riveste un ruolo importante. In concreto, viene utilizzata principalmente per il controllo delle diverse funzioni: schede elettroniche che comandano la ventilazione, la potenza assorbita, il timer di programmazione o di spegnimento e la funzione ionizzante; pulsantiere soft touch o tramite touch screening. Altro elemento tecnologico nelle stufe è nella tipologia di resistenza utilizzata: resistenze corazzate, al quarzo, alogene, in carbonio o in ceramica.
Zibro si attiene agli standard di sicurezza più alti del mercato europeo, scegliendo per tutte le proprie stufe il marchio NF francese, che riconosce la conformità alle norme in vigore e attesta la corrispondenza ai criteri di qualità determinati dalle necessità del consumatore. Ha inoltre voluto una produzione a norma UNI EN ISO 9001/2000, puntando così al continuo sviluppo di soluzioni innovative, insieme alla ricerca di prodotti in linea con le più attuali evoluzioni tecnologiche.
I riscaldatori Varma Infrared sono il risultato di continui studi rivolti ad aumentare la resa di calore del prodotto a un consumo energetico limitato. Varma Infrared permette di orientare il calore solo dove serve evitando inutili dispersioni. L’utilizzo dei caldi raggi infrarossi che non scaldano l’aria ma l’attraversano velocemente, permette di riscaldare solo gli oggetti o le zone interessate. Il calore è immediato e consente di eliminare i costi del preriscaldamento con grandi economie per l’utilizzatore.
Design, dimensioni e semplicità d’utilizzo caratterizzano gli obiettivi produttivi di Hyper. Un’estetica moderna, minori ingombri e manutenzione accompagnati da una maggiore facilità d’uso permettono a Hyper di rispondere a qualsiasi esigenza di mercato.
“Considerando che ogni stufa trasforma una certa tipologia di energia in energia termica – spiegano in Ferritlaia – ritengo che la ricerca tecnologica si orienti prioritariamente sull’ottimizzazione del rendimento, elevandolo quanto più possibile vicino all’unità”.

Scegliere nei cataloghi


Proseguiamo ora con una panoramica su alcuni articoli tra quelli presenti nei cataloghi delle aziende produttrici o distributrici.
Parlando proprio di prodotti “tecnologici” per funzionamento, peculiarità e design di Bimar, vi è per esempio il Termoventilatore mod. S226, con resistenza in ceramica e display elettronico, dotato di telecomando e timer 8 ore, interruttore di oscillazione e interruttore di sicurezza antiribaltamento.
Da segnalare in catalogo anche la stufa alogena S221, con tre livelli di riscaldamento, e la stufa a carbonio Hot Tower (Mod. S250), con alta resa termica e consumo ridotto.
Nel catalogo Melchioni si trovano tre tipi di stufe alogene elettriche, a due, tre e quattro tubi.
Il modello ZXV5013 è la lampada alogena a due tubi, con settaggio a lampade separate (500/1000W), spia indicatore di potenza, sistema di sicurezza autospegnimento; ZXV5014 è a tre tubi, con settaggio a lampade separate (400/800/1200W), funzionamento a rotazione, sistema di protezione surriscaldamento e sistema di protezione autospegnimento. Infine c’è il modello ZXV5015, lampada alogena a quattro tubi, con settaggio a lampade separate (400/800/1200/1600W), funzionamento a rotazione, con impugnatura per trasporto e sistema di sicurezza autospegnimento.
Le stufe Zibro si articolano in: sette modelli di stufe a stoppino per una potenza da 2,7kW a 4,70kW, sempre distinti nelle due linee mono camera e doppia camera di combustione.
La prima, offre articoli base come la R17 o la nuova stufa Moonlighter che presentano tutte le prerogative tipiche, cioè leggerezza, estrema solidità e facilità d’uso. Il modello Moonlighter si adatta perfettamente agli spazi aperti come il giardino o la terrazza, creando una piacevole atmosfera grazie alla capacità di riscaldamento e all’effetto della fiamma a vista.
La linea “doppia camera” è un’esclusiva Zibro. Il sistema di combustione brevettato Turbo consente, grazie all’utilizzo dei combustibili Zibro, una combustione pulita con un incremento termico che raggiunge i 1200°C. I modelli più nuovi di questa serie sono l’articolo R417C, per usufruire della massima sicurezza con il minimo della spesa e anche il modello KRA106, che ripropone il concetto della stufa da esterno con una potenza di 4,70kW.
Nelle Stufe Laser si coniugano tecnologia e prestazioni all’avanguardia. “Sono soluzioni innovative che si distinguono per il comfort – programmazioni economiche e intelligenti per un ambiente riscaldato nei tempi più opportuni; la resa calorica - fino a 6,10kW; i sistemi di sicurezza – l’autodiagnosi per il controllo dell’ossigeno che blocca automaticamente la stufa nel caso in cui vengano rilevate condizioni diverse da quelle conformi, l’autopulizia per l’espulsione di eventuali impurità, il “back-up system” che permette di mantenere le impostazioni programmate anche in assenza di luce per un tempo massimo di 40 minuti, il tasto “extension” capace di prolungare la durata di riserva del combustibile fino a un massimo di un’ora e mezzo e il “save mode” per un controllo ancora più preciso della temperatura ambientale”.
È in questa serie di stufe che si trova una vera peculiarità tecnologica: il sistema di ionizzazione della stufa SRE178, cioè un procedimento che garantisce l’immissione nell’aria di ioni negativi considerati dei preziosi alleati per il benessere psico-fisico delle persone, grazie alla loro azione neutralizzante contro virus, acari e polveri.
La gamma Zibro si distingue anche per la notevole attenzione ai dettagli e al design. Linee essenziali per adattarsi agli spazi delle moderne abitazioni, ma anche proposte classiche che incontrano la preferenza degli ambienti più tradizionali. Ogni modello viene presentato nelle colorazioni che meglio evidenziano l’accuratezza dei più piccoli particolari. Lo dimostra l’articolo SRE149 che è pratico, funzionale, economico, ma soprattutto con un design moderno e disponibile in cinque colori.
Varma Tec è orgogliosa di Varma Spot 1300 Watt, un modello indicato per riscaldare piccoli ambienti interni solo quando serve, con calore immediato di grande potenza. Inclinabile per installazioni a parete, è dotato di griglia di protezione, cavo elettrico e spina schuko. Heliosa invece è per chi ricerca un design raffinato, un articolo che riscalda con alta potenza e bassi consumi; lo speciale ed esclusivo riflettore brevettato, le misure compatte e la struttura in ottone cromato, si integrano con stile ed eleganza in ogni ambientazione. Ha una potenza nominale di 1500 – 2000 Watt. Infine il modello Varma Infrared Top 15 – 1500 Watt è garantito contro spruzzi d’acqua e umidità. Certificato CE, ha dimensioni 44x19x12cm e alimentazione 230V-50/60Hz.
La Serie Microrapid di Vortice comprende termoventilatori miniaturizzati da installazione a parete con o senza programmatore giornaliero. Protetti contro gli spruzzi d’acqua (grado di protezione IPX4), possono essere installati in ambienti umidi. Quattro i modelli disponibili con potenze differenti (600/1000/1500/2000), silenziosi e facili da installare. Microrapid ha vinto la “Top Selection 2007”, sezione Friendly Product, in occasione dell’Innovation & Design Award durante la manifestazione fieristica LivinLuce e EnerMotive svoltasi a Milano.
La stufa radiante statica a combustibile liquido, modello Amalfi di Hyper è adatta per un volume di riscaldamento consigliato di 70-200m³; l’accensione è programmabile con timer, il consumo nominale è 0,11/0,32l/h e la capacità del serbatoio 5 litri. Ha dimensioni (LxAxP) 42,9x37,1x29,4cm; peso 8,8kg.
Concludiamo con Ferritalia che propone il Termoventilatore ceramico Tonga Dusty®. Ha due selezioni di temperatura, potenza 750-1500W, resistenza in ceramica, protezione termica, maniglia posteriore di trasporto, raggio di oscillazione 90° e spegnimento automatico in caso di ribaltamento. Le dimensioni sono 32x22x18,5cm e il peso 4kg.

Rispettiamo l’ambiente!


Dobbiamo aspettare ancora un paio d’anni, ma Bimar assicura che “sta finendo di sperimentare per la stagione 2008/2009 un nuovissimo prodotto ancora top secret che nascerà per rispondere a esigenze di eco-riscaldamento”. Inoltre precisa che “tutti i prodotti sono costruiti in conformità alle direttive Rohs, con materiali non tossici”.
Sempre alla ricerca di nuovi progetti per il riscaldamento è anche Varma Tec. Suo obiettivo è il costante miglioramento delle prestazioni così da evidenziare i risparmi energetici. Tutti i prodotti Varma Infrared sono elettrici ad alto rendimento, non inquinano e producendo calore localizzato e immediato, risultano essere altamente ecologici perché il calore non viene sprecato.
Per essere sempre in linea con le richieste del mercato, Hyper è particolarmente attenta alle innovazioni per proporle ai consumatori. “Riteniamo che, ad oggi, non ci sia un solo prodotto da riscaldamento che possa risolvere il problema ecologia, riteniamo piuttosto che ci siano, e ci auguriamo ce ne saranno ancora di più nel futuro, diverse soluzioni che possono essere adottate dal consumatore in base alle sue esigenze: tutte assieme contribuiranno ad un ambiente migliore”.
In merito all’appartenenza a una categoria di settore, Bimar spiega che “fa parte di uno tra i migliori consorzi a livello nazionale dal punto di vista dei servizi e dell’interesse per l’ecologia: infatti non solo supporta i produttori nell’assolvere gli obblighi relativi allo smaltimento dei RAEE, bensì è finalizzato al loro reimpiego, al fine di contenere al massimo il loro impatto ambientale recuperando la maggior quantità di materia prima riutilizzabile.

Una strategia per canale


Attualmente si nota che la rivendita tradizionale così come il grossista e anche il settore edile, i centri brico e fai da te sono canali di vendita consueti, ma pur operando con successo in ciascuno di essi, le aziende guardano con sempre maggiore interesse verso GDS e GDO: Ferritalia, per esempio, che investe sia nella distribuzione tradizionale sia nella GDS e GDO, li ritiene “interlocutori qualificati”. Per questo motivo chi già investe in questa direzione manifesta l’intenzione di incrementare anche in valori significativi.
Un’esperienza lunga quindici anni ha permesso a Zibro di mantenere “un’immagine sempre rinnovata e un impegno qualitativo continuo alla base del consolidamento delle partnership che Zibro ha concretizzato su tutto il territorio italiano con il canale tradizionale e la distribuzione organizzata e (i primi) risultano fondamentali anche per lo sviluppo delle collaborazioni con la rete GDO nei prossimi anni”.
Naturalmente le aziende come Hyper elaborano strategie di vendita specifiche per i singoli settori “con politiche di vendita e promozioni atte a soddisfare e, cosa non da poco, far marginare la nostra clientela”. Valore questo condiviso da Varma Tec, che operando in più canali, offre ai suoi clienti “nuove opportunità di lavoro e ottimi margini di guadagno”