Accedi oppure registrati

Analisi » L’italianità casalinga al primo posto nella corsa alla ripresa

L’italianità casalinga al primo posto nella corsa alla ripresa

Condividi Segnala a un amico 10 March 2011
In occasione del Salone Internazionale della Casa, la rassegna milanese nota a livello internazionale come Macef, l'associazione fabbricanti italiani articoli casalinghi (FIAC) ha presentato i dati pre-consuntivo 2010 e le previsioni per il 2011. Questo il commento di Virgilio Bugatti, Presidente dell'associazione: “Gli articoli casalinghi rispecchiano l’andamento complessivo dell’intera filiera meccanica. Purtroppo bisogna segnalare che il nostro comparto non ha mantenuto la promessa di incremento della produzione 2010 come previsto nel luglio scorso. È da considerare comunque positivo che i livelli produttivi 2010 siano rimasti invariati rispetto al consuntivo 2009. Da notare la sofferenza dei livelli occupazionali in perdita come dati di pre-consuntivo 2010 (-6%) e leggermente in miglioramento come previsioni 2011 (+1,3%)”.
“Come per tutta la Meccanica Made in Italy, le previsioni 2011 indicano però un buon incremento (+2,6%), dovuto in modo particolare all’export che, sia come pre-consuntivo 2010 (+2%) che come previsioni 2011 (+7,8%), si dimostra ancora una volta il traino delle aziende italiane - continua il Presidente Bugatti. - Il periodo tra la fine 2010 e l’inizio 2011 è stato vissuto intensamente dalle associate Fiac: un nuovo flusso di ordini che ha determinato investimenti rilevanti - chiosa il Presidente di Fiac. - Ancor più in questo momento positivo, le aziende stanno rivalutando il momento fieristico come un momento per presentare nuovi prodotti e come opportunità di confronto tra aziende e di ricerca di soluzioni per lo sviluppo dell’intero settore. La qualità e l’innovazione sono ancora gli ingredienti vincenti delle nostre produzioni, che determinano il successo dell’italianità nel mondo”.