Accedi oppure registrati

Analisi » Fissati al rilancio

Fissati al rilancio

Condividi Segnala a un amico 01 June 2012

Tag:

Alla ricerca del fissaggio più idoneo per ciascun tipo di lavoro, il cliente può fare affidamento ad aziende certificate e la richiesta delle novità inserite sul mercato è uno stimolo per la crescita del comparto.
Un fissaggio non a norma è fonte di pericolo, per questo motivo sul packaging devono essere presenti tutte le informazioni che assicurano un acquisto in regola. Un consiglio importante arriva da Michele Taddei direttore commerciale in Bossong: “controllare sempre nel packaging sull'etichetta il numero CE-ETA della certificazione e di approfondirne la provenienza e i dati tecnici che il produttore deve fornire al cliente, onde evitare spiacevoli sorprese in base a performance tecniche attese dal progettista”.
Altrettanto importante da parte delle aziende sono l’attenzione e la rapidità nelle proposte “al cambiare delle normative, delle regolamentazioni e delle esigenze d’uso del singolo prodotto e del mercato”.

Chimico e meccanico: investire per crescere
Sono di diverso ordine ma alcune situazioni hanno contribuito a un rallentamento del comparto del fissaggio: un calo del lavoro nel settore edile pubblico e privato, eventi eccezionali a inizio anno come il fermo dei corrieri e condizioni meteorologiche avverse che hanno interessato le regioni italiane. Nonostante questo, dalle osservazioni delle aziende del settore appare un cauto ottimismo sull’andamento nei prossimi mesi e le motivazioni ci sono tutte.
Giovanni Gulino, amministratore unico diAllfix Italia, dichiara che le prospettive “sono sicuramente di crescita grazie all'ampliamento della rete di vendita, al nuovo catalogo arricchito con tantissimi nuovi articoli e grazie alla sempre più stretta collaborazione con diversi grossisti di primo piano.”
Tra nuovi investimenti attuati nel 2011 e quelli pianificati per i prossimi mesi in Giussani Rapid, il titolare Matteo Giussani prevede di “affrontare il 2012 con un nuovo spirito di rilancio”.
Anche in Nobex il direttore commerciale Maurizio Manca evidenzia come “i lavori sono ricominciati, seppur a rilento e questo fa ben sperare per il prosieguo dell’attività nei prossimi mesi dove prevediamo un incremento significativo delle vendite”.
Per una valutazione dell’andamento annuale del mercato fissaggio chimico, Chiara Dell’Acqua, category marketing manager adesivi e sigillanti di Saratoga, afferma che “si nota una stagionalità molto forte nel periodo settembre-ottobre seguito dal bimestre maggio-giugno e poi dal marzo-aprile, seguendo quelli che sono i momenti più importanti di sell-out del mercato ferramenta, più contenuti i due bimestri tra novembre e febbraio”.
Dando infine uno sguardo ai due segmenti che compongono il fissaggio, chimico e meccanico, “presentano notevoli differenze per le occasioni tecniche d’uso, - dichiara Simona Berriola, vendite Italia in Tecfi – ma entrambi ottengono i migliori volumi di vendita quando il mondo delle costruzioni è in attività. Per cui, per entrambi, le sorti dei fatturati generati saranno correlate all’andamento dell’economia delle costruzioni che, a sua volta e secondo noi, sarà strettamente correlata alla risoluzione delle problematiche strutturali e di breve periodo”.
Secondo Claudio Pianosi, responsabile vendite Italia di G&B Fissaggi è “difficile prevedere l’andamento futuro; ci sono fattori strutturali che rallentano il mercato e che potranno essere superati solo con il tempo. Se un rallentamento ci sarà ritengo colpirà in modo trasversale tutte le tipologie di prodotti”.

Le novità si fanno apprezzare
Dal catalogo Allfix una scelta frequente è verso i tasselli in nylon multiuso, che l’azienda indica anche come "tasselli intelligenti", e che nella nuova edizione saranno presenti con ulteriori nuovi modelli.
Rivolgendosi al mercato della ferramenta tradizionale, Axel Group propone una gamma completa di fissaggio, meccanico, nylon e chimico, ci evidenzia Giuseppe Gauna, socio Axel e responsabile marketing.
A garanzia per il cliente rivenditore e di conseguenza per il suo cliente utilizzatore, B&B Padova registra apprezzamenti per gli articoli che hanno ricevuto la certificazione CE dei settori viteria-speciale (Combimax) e fissaggio nylon (Smart).
Riuscire ad anticipare le “esigenze non ancora maturate” è uno degli obiettivi di Tecfi. Simona Berriola, vendite Italia, spiega che “i prodotti per le carpenterie pesanti hanno sempre attratto maggiormente la nostra attenzione e, di conseguenza, anche i nostri clienti hanno percepito una maggiore inclinazione aziendale su questa parte del fissaggio”. Ecco quindi che, per esempio, i clienti richiedono maggiormente viti e accessori per il fissaggio delle coperture civili e industriali oppure viti, tasselli e accessori per il fissaggio di facciate continue e serramenti in genere.
Vasta la proposta di Nobex per il professionista o per chi si dedica al fai da te. Il direttore commerciale Maurizio Manca cita alcune tra le novità, come nel fissaggio universale in nylon NC, con la nuova versione prolungata passante NC-XL, mentre, in termini di venduto, per quanto concerne i fissaggi metallici quelli passanti di rapida installazione sono sempre più richiesti dai professionisti del settore (SKA, TM - C 7), per l’affidabilità e rapidità d’installazione. Il fissaggio leggero in genere e quello a soffitto, nel quale verrà inserita anche l'ancora a bascula da M8 in affiancamento a quella già presente da M6, sono i punti forti in casa Giussani Rapid. È l'ancoraggio chimico a essere protagonista in Bossong, in particolare i nuovi prodotti con marcatura CE per applicazioni su murature codificate con ausilio di gabbiette che ne agevolano il fissaggio su muratura forata. Stessa preferenza anche per i prodotti epossidici certificati per ferri da ripresa e barre filettate. “Molto interessante – aggiunge Michele Taddei, direttore commerciale – è l'applicazione di quest'ultimo su calcestruzzo fessurato secondo normativa ETAG Opzione 1”.
Tra le novità in G&B Fissaggi si segnala il nuovo ancorante in nylon certificato GX-L per fissaggi prolungati, gli ancoranti chimici con doppia certificazione CE a base di resina epossidica (Epo Plus RE - CE opzione 1) e vinilestere (Gebofix Pro - CE opzione7) per applicazioni con barre filettate e ferri da ripresa, la nuova resina a base poliestere certificata CE opzione 7 (MA Green Plus).
Oltre alle classiche referenze in poliestere, in Saratoga si registra da alcuni anni una crescita costante delle formulazioni vinilestere, ideali per carichi più pesanti e anche delle formulazioni certificate, utilizzate nella cantieristica e ideali per le riprese di getto. Per unire queste due esigenze (prodotto certificato-qualitativamente elevato e formulazione poliestere) Saratoga ha recentemente lanciato anche una nuova formulazione poliestere certificata.

Tutto a norma
Simona Berriola
, vendite Italia in Tecfi, pone l’attenzione sul fatto che “molte aziende non hanno conseguito Benestari Tecnici adeguati agli utilizzi cui i propri prodotti vengono sottoposti e, quindi, l’utilizzo di prodotti non conformi è molto frequente in Italia, con gravi ripercussioni e responsabilità dei progettisti delle costruzioni. Questo punto andrebbe ben analizzato dagli ingegneri e architetti che firmano le progettazioni. Le etichette, e le informazioni contenute con i prodotti certificati, non lasciano dubbi sulla presenza, o meno, delle giuste certificazioni. Ovviamente, anche su questo, sarebbe necessaria una seppur breve formazione ai progettisti e utilizzatori”.
In Bossong il rispetto delle procedure produttive e qualitative è molto stretto con controlli periodici degli istituti certificatori. “Di questo controllo – prosegue Michele Taddei, direttore commerciale – ne traggono vantaggio in termini qualitativi anche quei prodotti non certificati perché i macchinari e i processi produttivi sono gli stessi per gli uni e per gli altri”. Stesso discorso in G&B Fissaggi dove Claudio Pianosi, responsabile vendite Italia, ricorda che le aziende più importanti sono dotate di certificazione di qualità aziendale (ISO 9001:2008) e di prodotto in cui determinate garanzie sono certezze. È nel packaging che si racchiudono informazioni importanti: la tracciabilità del prodotto, come lotto di produzione, scadenza, la produzione Made in Europe, le certificazioni e le normative di riferimento. Inoltre le informazioni tecniche sull’installazione corretta degli ancoranti, nonché sulle norme di sicurezza per l’utilizzatore. Anche chi distribuisce come Axel Group si avvale di aziende che rispettano le norme di sicurezza e ambiente e, infatti, ogni prodotto è certificato con scheda di sicurezza che solitamente è inserita in ogni confezione.

La fedeltà del cliente
Assicurare la qualità del prodotto è il primo passo di attenzione al cliente, poiché un fissaggio non adeguato può provocare seri danni e, afferma Michele Taddei, direttore commerciale di Bossong, “è importante dare risposte tecniche adeguate alle esigenze dei progettisti con prodotti performanti a quanto atteso dagli stessi”.
Ricordiamo che “le strategie per fidelizzare la clientela si diversificano a seconda dei mercati (italiano ed estero) della tipologia di cliente e/o utilizzatore e certamente delle contingenze strutturali dell’economia del nostro settore” precisa Claudio Pianosi, responsabile vendite Italia di G&B Fissaggi. Le aziende puntano a fornire al cliente un servizio pre e post vendita: dall’evasione dell’ordine all’assistenza tecnica qualificata. E per incentivare il sell-out, Allfix Italia propone “delle confezioni particolari a prezzi netti molto vantaggiosi e inoltre abbiamo sempre delle offerte periodiche a rotazione su molti articoli”.
La proposta di Axel prevede per quest’anno due comunicazioni commerciali che copriranno a livello trasversale tutto il canale di riferimento e un periodo da marzo a ottobre a seconda delle aree geografiche. La scelta di un prezzo al pubblico non aggressivo, permette inoltre al rivenditore di utilizzare lo strumento commerciale a suo piacimento.
In Tecfi si lavora da anni a diversi progetti per raggiungere un servizio molto allargato (logistica, ordini, supporto tecnico, promozionale, formazione, collaudi, …), cui si aggiungono attività promozionali territoriali e ad hoc.
La formazione continua sia presso l’azienda sia sui punti vendita è una delle strategie di Nobex per completare l’offerta al cliente. Maurizio Manca, direttore commerciale, afferma che l’azienda “genera numerose attività di promozioni, che abbracciano gran parte dei prodotti a più alta rotazione affiancandoli a degli omaggi complementari al fissaggio e utili allo svolgimento del lavoro del cliente finale che li acquista, con il supporto di espositori dedicati”.