Accedi oppure registrati

Analisi » Soffiatori e aspiratori per pulire le aree verdi

Soffiatori e aspiratori per pulire le aree verdi

Condividi Segnala a un amico 15 November 2007

Tag:

L’utilizzo principale dell’aspirafoglie e del soffiatore consiste nel ripulire le aree verdi, raccogliendo le foglie cadute e i resti di erba o di siepi tagliate, ma anche rifiuti di altra natura. La scelta dell’apparecchio, che deve essere leggero, affidabile, sicuro e con una presa ergonomica, dipende da diversi fattori, primi fra tutti il campo di impiego e la potenza richiesta per il tipo di utilizzo. L’offerta sul mercato presenta, però, una scelta ampia e diversificata di prodotti, sia per il professionista esigente sia per l’hobbista alle prime armi, nel pieno rispetto delle normative vigenti, che regolano, in particolare, la sicurezza dell’operatore, il riciclaggio dei rifiuti e l’assenza di sostanze pericolose nei componenti elettrici. Con l’aiuto delle principali aziende produttrici, abbiamo raccolto informazioni preziose riguardo le caratteristiche tecniche degli articoli a catalogo, le novità offerte, le strategie di marketing, i progetti e le aspettative per il futuro.

Modelli per ogni esigenza


Per rispondere alle mutevoli esigenze di un mercato diversificato e in continua evoluzione, nel corso degli anni, la gamma offerta dalle aziende produttrici si è ampliata di nuove referenze, conformi alle normative vigenti e di diverse fasce di prezzo, in grado di soddisfare tutti i segmenti di clientela. Ma vediamo nel dettaglio come si articola l’offerta produttiva delle principali aziende del comparto che abbiamo intervistato.
I soffiatori e aspirafoglie offerti da Einhell Italia si caratterizzano sia per la tipologia di alimentazione, elettrica e a scoppio, sia per la potenza e l’ergonomia. Il modello più gettonato di questa ampia gamma è l’ELSR 2500 E, che unisce a un design accattivante, un’elevata ergonomia, materiali di pregio, grande potenza e controllo elettronico dei giri, fattori che lo rendono adatto a ogni condizione di utilizzo. Emak propone i modelli Efco SA 2026 Ergo e Oleo-Mac BV 126 Ergo, che rappresentano una nuova generazione di soffiatori manuali dedicati alla pulizia dei giardini da foglie e piccoli detriti e sono stati progettati per combinare al meglio la potenza del motore e le prestazioni, con valori ridottissimi di vibrazioni. La nuova versione Ergo, infatti, presenta un innovativo sistema antivibrante Vibcut, composto da quattro supporti in gomma, che isola il motore dalle impugnature e dal corpo macchina, riducendo sensibilmente le vibrazioni trasmesse all’operatore durante il lavoro e assicurando il massimo comfort e la maneggevolezza della macchina. L’impugnatura è realizzata in materiale fotoinciso, che permette una presa confortevole e sicura. La comodità in fase di utilizzo è garantita, anche, dal fermo acceleratore, che consente di regolare la portata d’aria direttamente dall’impugnatura e di adattarla al tipo di lavoro da svolgere e di regolare la rumorosità a seconda dell’ambiente in cui si opera. La facilità d’uso per l’utente è garantita dal lift starter, che evita l’ingolfamento del motore, dal primer, che, richiamando miscela al carburatore, facilita l’avviamento a freddo e dal filtro d’aria, apribile senza attrezzi con un pulsante a scatto. Tutti questi plus mantengono inalterate le prestazioni della macchina, caratterizzata da un’elevata velocità e portata d’aria, sia in termini di soffiaggio sia di aspirazione. Il soffiatore può essere, infatti, convertito, rapidamente e senza bisogno di attrezzi, in aspiratore per raccogliere foglie cadute, erba e piccoli detriti: grazie al coltello in acciaio presente nella ventola, il materiale viene raccolto e sminuzzato finemente, riducendo al minimo il volume nel sacco. Questi modelli, inoltre, sono dotati di numerosi dispositivi per la sicurezza dell’utente, come la griglia a protezione dell’ingresso dell’aspirazione, che elimina il rischio di aggancio degli abiti dell’operatore, e il microinterruttore, che provoca lo spegnimento automatico del motore nel momento in cui il coperchio aspirazione viene aperto. Cifarelli produce macchine per uso professionale. Tra gli articoli di punta dell’azienda vi sono: il modello BL3A, un soffiatore potente, utilizzato in agricoltura per la raccolta di castagne, nocciole e frutti vari e, in giardinaggio, come sistema di pulizia per parchi, giardini e strade; e il modello BL6S, una speciale macchina silenziata, in grado di erogare un alto volume d'aria con bassa rumorosità. Proseguiamo con Ferritalia, distributrice esclusiva del marchio Papillon®, che offre nel proprio assortimento, un modello di vertice, Asso 240, che ha una potenza di 2400 Watt, il flusso d’aria regolabile e invertibile ed è molto leggero, come spiegano dall’azienda: “Abbiamo curato particolarmente l’estetica della macchina, la sua leggerezza, la chiarezza delle istruzioni e la capacità attrattiva della confezione a colori, considerando il fatto che anche la donna è un’utilizzatrice potenziale di questo articolo”. Anche Martignani produce una gamma molto ampia di aspirafoglie e soffiatori, che contempla modelli con proprio motore spalleggiati o a spinta o per montaggio su pianali di automezzi, oppure a presa di forza per trattrici a partire da 15/18 cv. Al-Ko Kober propone una gamma diversificata di prodotti con prestazioni e qualità di fascia medio/alta, distribuiti con i marchi Al-Ko, Sigma e Solo. Fercad, invece, propone diversi modelli di soffiatori per uso professionale e hobbistico. Alcune caratteristiche che li contraddistinguono sono: bassi livelli acustici, ridotte vibrazioni grazie al sistema Low Vib, ridotte emissioni grazie alla tecnologia E-Tech II, Air Injection per turni di lavoro prolungati, maneggevolezza, ergonomia, robustezza e comodo gruppo cinghie che distribuisce il carico e riduce lo sforzo dell'operatore. Concludiamo questa panoramica sui prodotti con Fiaba, che distribuisce tre linee distinte di aspirafoglie e soffiatori: Billy Goat, marchio americano, che comprende macchine professionali a spinta, semoventi e a sponda; Fuji Robin e Shibaura, marchi giapponesi, che propongono soffiatori e aspirafoglie manuali o a zaino con motorizzazione a due e quattro tempi. “Abbiamo da poco iniziato a commercializzare il nuovo soffiatore zainato Fuji Robin a quattro tempi, modello FLH 7500. –illustra Diego Dalla Vecchia, Responsabile Marketing e Pubblicità – Le caratteristiche principali di questa macchina sono: il nuovo motore da 75,6cc a quattro tempi con minori consumi, che consente il risparmio fino al 50% di carburante rispetto a un tradizionale motore a due tempi; il soffiatore, che monta una ventola di nuova concezione che offre prestazioni doppie rispetto ai precedenti modelli a zaino; e la maggiore silenziosità durante il funzionamento, garantita dal nuovo silenziatore di scarico”.

Ricerca & Sviluppo


Il peso contenuto, le impugnature e una generale ergonomia del prodotto sono le caratteristiche principali che orientano l’utilizzatore nella fase di acquisto e, quindi, sono gli aspetti verso cui le aziende orientano i loro studi, finalizzati al miglioramento e all’evoluzione tecnologica dell’articolo.
“Al di là delle performance in termini di potenza del motore, velocità dell’aria e volume della portata, che consentono un lavoro rapido ed efficiente, la domanda dei consumatori –spiega Giovanni Masini, Marketing Manager di Emak- è sempre più legata a fattori di fondamentale importanza, quali il comfort e la silenziosità, soprattutto quando di queste macchine viene fatto un utilizzo nei contesti di piccoli giardini urbani”. Per questo, il fronte principale su cui Emak sta concentrando il proprio impegno in fase di ricerca è quello dell'ergonomia, per mettere a disposizione degli operatori macchine che, senza pregiudicare le prestazioni, siano più maneggevoli e confortevoli da utilizzare. Dello stesso parere anche Stefano Martignani, Direttore dell’omonima azienda, che sostiene: “Attualmente ci si orienta verso modelli specifici per operare in città che rispettino le nuove norme in fatto di sicurezza sul lavoro e di riduzione della rumorosità. Per questo, abbiamo sviluppato, soprattutto in ambito soffiatori, dei ventilatori esclusivi, che pur mantenendo inalterata l’efficienza, riducano sostanzialmente la rumorosità e la potenza assorbita”. Anche Husqvarna, marchio distribuito da Fercad, investe notevoli risorse nella ricerca e sviluppo di macchine che garantiscano performance esclusive accompagnate da tecnologie che rispettino l'operatore e l'ambiente; quindi particolare attenzione alla riduzione di emissioni, vibrazioni, rumorosità e peso. Per Ferritalia, invece, il mercato di aspiratori e soffiatori non è ancora maturo dal punto di vista dell’innovazione ed è stato ampliato dall’ingresso nel panorama internazionale dei produttori asiatici, che hanno saputo fare valere le proprie qualità in pochi anni. Per questo l’azienda, ha saputo scegliere, con un certo tempismo, il partner asiatico più adatto allo sviluppo del proprio prodotto e ha implementato un patto sinergico, che consentirà all’aspiratore e soffiatore Papillon® di essere sempre al passo con l’evoluzione tecnologica, per quanto riguarda la sicurezza e l’efficienza. Per Einhell Italia, infine, il fattore primario verso cui è orientata la ricerca è l’ergonomia: l’obiettivo, infatti, è trovare materiale robusti, ma sempre più leggeri, con un design che renda facile e comodo l’utilizzo anche prolungato.

Le prospettive evolutive


Abbiamo cercato di capire, dalla voce dei diretti interessati, come sta andando il mercato degli aspirafoglie e soffiatori, quali saranno le prospettive di sviluppo e con quali strategie commerciali le aziende produttrici potranno incrementare la propria leadership di mercato.
Per Emak, i numeri più significativi, a livello di vendite, vengono realizzati sul mercato dei modelli manuali, destinati a un impiego domestico e, quindi, a un'utenza più vasta; anche se continua a mantenersi viva la domanda dei modelli spalleggiati, rivolti a utilizzatori professionali. Nel caso specifico di questa azienda, l’andamento delle vendite degli aspiratori sta facendo registrare un trend molto positivo, grazie al consolidamento sul mercato del modello di soffiatore/aspiratore manuale da 25 cm3 di cilindrata Efco SA 2026 Ergo. Il successo ottenuto da questo prodotto ha consentito a Emak di posizionarsi con efficacia nel segmento degli aspiratori destinati a un utilizzo domestico, indicati per la pulitura del giardino da foglie e piccoli detriti. Anche per Ferritalia il 2006 si è chiuso piuttosto bene e altrettanto buone sono le prospettive per l’anno in corso, come afferma il Direttore Commerciale: “Vedo di buon grado un ampliamento della linea con l’ingresso di alcune nuove macchine, alcune delle quali con motore a scoppio, per venire incontro a ulteriori e più specifiche esigenze del mercato degli utilizzatori amatoriali”. Un posizionamento di mercato coerente con la qualità e con l’immagine dei prodotti, un’invidiabile rete distributiva capillarmente presente sul territorio nazionale, unite al convincimento che il meglio deve ancora venire, sono gli elementi chiave della politica commerciale della società, che ne hanno decretato il successo sul mercato. A ciò, si deve aggiungere una massiccia campagna promozionale sui principali mezzi di comunicazione, rivolta ai rivenditori più qualificati. Un’altra azienda che guarda al futuro con uno sguardo ottimista è Einhell Italia, come afferma Matteo Bendazzoli, Responsabile Divisione Garden: “Abbiamo registrato un forte incremento nella vendita di questi articoli e la crescente richiesta di pulizia degli spazi esterni ci permette di credere che il mercato abbia ottime prospettive di sviluppo futuro”. Per mantenere questi risultati, la società punta a mantenere un corretto rapporto qualità-prezzo, riconoscendo adeguati margini di guadagno a tutta la catena distributiva e a realizzare una comunicazione diretta sul cliente finale, con investimenti mirati. Anche per Fiaba il mercato degli aspirafoglie e soffiatori, nel corso degli ultimi anni, ha mostrato un costante incremento di unità vendute, sia nel settore hobbistico sia in quello professionale, come spiega Diego Dalla Vecchia: “Le prospettive per il futuro sono di consolidare i numeri raggiunti in questi ultimi anni e guadagnare ulteriori porzioni di mercato con l'introduzione di nuovi modelli. Per raggiungere questo obiettivo, punteremo sulla funzionalità di prodotto e destineremo ingenti risorse alle scelte di politica promozionale, attraverso campagne pubblicitarie mirate al target di riferimento, meeting aziendali e demo-tour itineranti per l’Italia, in cui visiteremo i nostri clienti, mostrando sul campo l’efficienza dei prodotti”. Anche Fercad, per incrementare la propria leadership di mercato, sta investendo notevoli risorse nell'ambito della comunicazione, in modo da creare una ancor più ampia riconoscibilità del brand e una forte brand awareness, attraverso riviste specializzate, campagne promozionali, campagne di distribuzione door to door, concorsi e operazioni a premi e allestimenti dei punti vendita. Più cauto, infine, il parere di Renato Cifarelli, Amministratore Delegato dell’omonima azienda, che parla di un mercato stazionario con limitate prospettive di crescita, e di Martignani, che descrive un mercato ancora limitato, per differenze culturali, rispetto ai Paesi del Centro-Nord Europa, ma con possibilità reali di ampliamento.