Accedi oppure registrati

Analisi » Il mercato mondiale del DIY vale 567 miliardi di euro

Il mercato mondiale del DIY vale 567 miliardi di euro

Condividi Segnala a un amico 22 November 2017

Tag:

Nel 2016, il mercato mondiale del DIY e della ristrutturazione della casa ha toccato la quota di 567 miliardi di euro, con una crescita del 3,8% sull'anno precedente: è quanto emerge dal Global Home Improvement Report 2017 di Fediyma (l'associazione europea dei produttori di fai da te).
L'America del Nord e l'Europa, insieme, rappresentano con 484 miliardi circa l'85% dell'intero mercato, nonostante la somma degli abitanti non arrivi al 15% della popolazione mondiale. Il Nord America e l'Europa rappresentano rispettivamente il 57% e il 28% del mercato mondiale: in particolare il Nord America ha la più alta spesa pro capite, pari a quasi 900 euro.
L'82% circa dell'intero mercato mondiale (467 miliardi di euro) è concentrato in sole 8 nazioni: USA, Germania, Giappone, Canada, Gran Bretagna, Francia, Australia e Italia; inoltre, i tre Paesi europei che realizzano il maggior fatturato (Germania, Francia e Gran Bretagna) rappresentano il 53% del mercato di tutto il Vecchio Continente.
Queste le 10 principali insegne di DIY del mondo: Home Depot (USA), Lowe's (USA), ADEO (Francia), Kingfisher (GB), Menards (USA), Bunnings Building (Australia), OBI (Germania), Bauhaus (Germania), Sears (USA), Canadian Tire (Canada).
Home Depot e Lowe's coprono insieme il 25% del mercato globale.

Il Global Home Improvement Report 2017 è distribuito in Italia da MADE4DIY