Accedi oppure registrati

Interviste » Nettuno, i miei primi 40 anni

Nettuno, i miei primi 40 anni

Condividi Segnala a un amico 16 September 2010

Tag:

Una giornata di festa, nella suggestiva cornice della Cantina di Cà del Bosco, in Franciacorta, per brindare all’importante traguardo dei 40 anni. A compiere gli anni, Nettuno, da quasi mezzo secolo punto di riferimento, in Italia e non solo, nel settore della pulizia e della protezione delle mani. La famiglia Fratus, che da sempre è l’anima di dell’azienda bergamasca, ha voluto festeggiare con tutti coloro che hanno contribuito alla crescita negli anni di Nettuno: e siamo stati fieri di essere stati invitati a questa giornata di festa in cui Giancarlo Fratus, in rappresentanza dell’intera famiglia, ha voluto ricordare i passaggi fondamentali dell’azienda, a partire dalla sua fondazione, nel 1970, ad opera di suo padre Battista.
Abbiamo chiesto proprio a Giancarlo Fratus, direttore commerciale dell’azienda bergamasca (al centro nella foto insieme ai fratelli Giancarlo e Marina), di raccontarci le ultime novità in casa Nettuno.

MondoPratico: Come ha reagito Nettuno di fronte a un momento di difficoltà economico-finanziaria che ha interessato tutto il mercato europeo?
Giancarlo Fratus: In tutti questi anni di crisi ne abbiamo vissute diverse e il nostro approccio è rimasto sempre lo stesso, ossia quello di metabolizzare i momenti difficili adattandoci di volta in volta alle varie situazioni, sfruttando le opportunità che ogni crisi economica finanziaria offre, nonostante tutto. Questa che ancora stiamo attraversando ha dato e continua a dare qualche preoccupazione ma sono convinto che proprio grazie alle esperienze passate riusciremo ancora una volta a superare le difficoltà del momento.

MondoPratico: Dal 1970 Nettuno è sinonimo di qualità e attenzione al cliente. Come si riesce a mantenere alti questi standard nel corso degli anni?
Giancarlo Fratus: Io credo che ogni azienda debba possedere nel proprio dna alcune regole fondamentali e tra queste certamente la qualità e l’attenzione per il cliente. Tuttavia ciò può non bastare: potrei elencare un bel po’ dei nostri “plus”, ma mi limito a quelli essenziali, come ad esempio il rispetto del mercato e dei nostri clienti. Adottiamo per tutti i clienti le stesse regole e condizioni in modo da non creare conflitti tra gli stessi, cosa importantissima dato che annoveriamo circa 1.200 dealers solo in Italia e 150 all’estero.
Saper leggere il mercato rappresenta un altro fattore prioritario, creare l’esigenza non è da meno e di pari passo non va sottovalutata l’innovazione. A dirsi è facile, ma molto meno a farsi: eppure, se siamo qui ancora dopo 40 anni come attori protagonisti, vuol dire che qualcosa sappiamo fare.

MondoPratico: Quali sono le imminenti novità che riguardano Nettuno?
Giancarlo Fratus: Quando un’azienda non ha novità, siano esse di prodotti, sistemi o progetti, è destinata in tempi brevi a soccombere.
Non ricordo negli ultimi 15-20 anni un periodo senza una novità di rilievo: nel 2009 abbiamo terminato le nuove linee di prodotto, di cui la 3T è la più importante, abbiamo costituito Nettuno Iberica a Madrid, ed e realizzato altri interventi a livello organizzativo. Quest’anno, oltre a migliorare costantemente la comunicazione con il nuovo sito web, stiamo ultimando un nuovo impianto produttivo tecnologicamente avanzato che porterà la capacità totale a 50 tonnellate al giorno. Infine c’è un progetto molto ambizioso che avrà il battesimo nel 2011 ma, come è nostro costume, ne parleremo solo dopo averlo realizzato.