Accedi oppure registrati

Interviste » Zapi festeggia i 40 anni

Zapi festeggia i 40 anni

Condividi Segnala a un amico 09 November 2010
Nel 1970, in provincia di Padova, il Cav. Pietro Zambotto aveva un sogno: creare un forte azienda italiana dedicata a proteggere le persone e l’ambiente in cui vivono dalla minaccia dei parassiti. Per riuscire in questa impresa a chiamato a sé nel percorso la famiglia, la moglie Odilla Sella, i figli Pierpaolo, Michela e Nicoletta Zambotto, col tempo affiancata da molti manager esterni.
Nel corso della propria storia Zapi, dopo aver mosso i primi passi nel ruolo di grossista di prodotti per giardinaggio, nel 1997 decide di diventare produttore: la svolta. Realizza il primo stabilimento di 5.500 mq su un’area di 29.000 mq a Conselve, in provincia di Padova, e nel 1999 consegue la certificazione Qualità ISO 9001.
Negli anni successivi Zapi amplia ulteriormente l’area logistica con nuovi magazzini e nel 2009 ottiene la doppia certificazione Salute e Sicurezza OSHAS 18001 e Ambiente ISO 14001.
Quarant’anni di storia che abbiamo ripercorso con Michela Zambotto, direttore marketing di Zapi.

”LE PERSONE SONO IL NOSTRO VALORE”


MondoPratico: Un bel traguardo i 40 anni di attività…
Michela Zambotto: È un bilancio molto positivo caratterizzato da un costante crescita dell’azienda in termini di struttura, organizzazione, fatturato.

MondoPratico: In un mercato dominato da multinazionali, mi sembra significativo il cammino di un'azienda made in Italy come voi? Come avete fatto?
Michela Zambotto: Il percorso per essere riconosciuti come un’azienda leader in Italia è stato impegnativo: anno dopo anno abbiamo sempre migliorato il nostro modo di essere vicini ai clienti prima attraverso la qualità dei prodotti e puntualità del servizio e poi con le molte iniziative di fidelizzazione, una tra tutte il viaggio incentive Viaggia con Zapi: un appuntamento fisso da 10 anni che i nostri clienti aspettano e che quest’anno ha visto la partecipazione di oltre 430 persone.
Investiamo molto tempo e molta cura per trasmettere anche ai nostri agenti, una rete vendita di prim’ordine, la filosofia Zapi e la nostra visione del mercato. Ci piace pensare che in quello che facciamo mettiamo cuore e passione e forse riusciamo a trasmetterlo anche al mercato: ecco perché rivenditori e consumatori ci scelgono.

MondoPratico: Zapi è un’azienda molto strutturata…
Michela Zambotto: L’azienda è strutturata in quanto abbiamo una filiera molto lunga: partiamo dalla Ricerca e Sviluppo di prodotti per arrivare direttamente al mercato e quindi ai negozi attraverso i nostri agenti diretti. Abbiamo 8 direzioni che presidiano le varie aree: direzione generale, ricerca e Sviluppo, produzione e logistica, marketing e comunicazione, vendite Italia, vendite export , amministrazione e risorse umane. Le persone sono il nostro valore: senza di loro non potremmo fare promesse al mercato e neanche mantenerle.

UN NUOVO LOGO PER ZAPI


MondoPratico: Forse non tutti sanno che Zapi è composta da varie divisioni. Ce ne parli? E quanto “pesa” il settore consumer?
Michela Zambotto: Il mercato Italia consumer sviluppa oltre la metà del fatturato complessivo, ma notiamo con grande soddisfazione che gli investimenti che stiamo facendo in ambito biocidi ci stanno dando grande soddisfazione: le prospettive di crescita delle vendite export sono molto promettenti.

MondoPratico: In occasione dei 40 anni, avete introdotto un nuovo logo per caratterizzare il 'mondo' Zapi? Come è nata questa esigenza?
Michela Zambotto: Da una visione più ampia di business. Il nostro marchio storico, rappresentato da una rosa, ci ha sempre identificato come un’azienda che opera nel mondo hobbistico del garden care in Italia e Spagna, ma Zapi da alcuni anni si sta muovendo anche in altri ambiti: da 7 anni operiamo all’estero in oltre 40 paesi con attività di Private Label sui biocidi, mettendo a disposizione il nostro know how tecnico e produttivo alle aziende e da 2 anni abbiamo lanciato il nuovo brand Zapi Expert che propone biocidi per la disinfestazione professionale in Italia, Germania e presto anche nel resto d’Europa.
Il marchio storico non rappresentava più l’identità di Zapi, da qui la decisione di creare un logo istituzionale che rappresenti Zapi Spa nella sua interezza organizzativa e contenitore dei brand commerciali.

LE NOVITA’ 2011


MondoPratico: Quali novità presentate per il 2011?
Michela Zambotto: Siamo un cantiere aperto: abbiamo molti progetti per lo sviluppo in Italia e all’estero.
In Italia per il marchio Zapi Garden abbiamo presentato recentemente ai nostri 45 agenti nel corso del meeting nazionale, che si è svolto a Catania il 20-22 settembre, una nuova linea di prodotti destinati ad avere a nostro avviso molto successo e nuove iniziative di marketing per migliorare sempre più la vicinanza ai nostri rivenditori specializzati.
All’estero sono in corso progetti di ampliamenti distributivi e a livello organizzativo: abbiamo lanciato il nuovo progetto ZapiLabs, che prevede la costruzione di un centro di ricerca Zapi nell’ambito dei biocidi.
Zapi è proiettata nel futuro, in un periodo di crisi mondiale stiamo facendo importanti investimenti per garantire alla nostra struttura e ai nostri clienti affidabilità e certezze.