Accedi oppure registrati

Interviste » Providus, l’arte del gas

Providus, l’arte del gas

Condividi Segnala a un amico 05 April 2011
Con oltre ottant’anni di esperienza nel settore, Providus oggi ha il più moderno e automatizzato stabilimento al mondo di produzione di bombole e cartucce gas ed è uno dei maggiori produttori di articoli per la saldatura e il campeggio.

Dal lontano 1928 a oggi: oltre ottant’anni di storia per un’azienda partita da una piccola officina e che oggi si estende su circa 35.000 mq. Siamo stati ospiti di Providus, specializzata nella produzione e nella commercializzazione di cartucce e bombole di gas e prodotti per la saldatura, brasatura, campeggio e riscaldamento, dove abbiamo intervistato l’amministratore delegato Marco Raviolo nella nuova sede di Volpiano (TO).

MondoPratico: Providus ha alle spalle una storia di oltre 80 anni: quali sono i passaggi fondamentali che hanno consentito a una piccola officina di diventare l’attuale azienda presente in tutto il mondo?
Marco Raviolo: Comincia tutto nel 1928, quando i fratelli Montaldo iniziano a produrre, in una piccola officina, articoli per il riscaldamento, la cottura, l’illuminazione e la saldatura. Negli anni ’30 e ’40 l’azienda riesce via via a espandersi in Italia e all’estero, raggiungendo in pochi anni Europa, Africa e paesi arabi. Nel 1955 nasce il marchio Providus, parallelamente all’avvento del GPL. Poco prima del 2000 viene poi creata una nuova divisione per la produzione di cartucce e bombolette a gas, e inizia la collaborazione con tutti i principali produttori e distributori mondiali di articoli per la saldatura e il campeggio. Nel 2007, infine, Providus entra a far parte di Campweld Group e, nel 2009, viene inaugurato il nuovo stabilimento PRO Center, su un superficie di 35.000 mq, di cui 10.000 coperti.


MondoPratico: Providus lavora quotidianamente con un materiale potenzialmente pericoloso come il gas: quanto conta per voi la sicurezza?
Marco Raviolo: La sicurezza per noi è, ovviamente, la priorità assoluta: e quando parlo di sicurezza intendo quella delle persone che lavorano nella nostra azienda e quella degli articoli che vengono prodotti nel nostro stabilimento e che poi immettiamo sul mercato. La nostra gestione è, a tutti gli effetti, quella del buon padre di famiglia, e non potrebbe essere altrimenti perché lavoriamo con materiali troppo delicati che prevedono un uso attento e consapevole.


MondoPratico: Providus è, nel settore gas e saldatura, sinonimo di correttezza professionale e rispetto delle normative: caratteristiche comuni a tutti gli attori del mercato?
Marco Raviolo: Purtroppo no. La normativa EN417 per il prodotto gas fa da legge base per tutti i paesi, ma poi, in ogni singola nazione, sono ammesse eventuali interpretazioni della normativa. In Italia c’è un problema di disinformazione del cliente, e non mi riferisco al consumatore finale, che può in parte anche essere giustificato a causa della tecnicità del prodotto, ma parlo del nostro diretto interlocutore, ossia il distributore. Se ci sono tanti rivenditori attenti e formati, va purtroppo segnalata la presenza di diversi negozianti che non badano troppo a certificazioni e omologazioni e propongono all’utente finale prodotti non a norma, causa la presenza sul mercato di numerosi importatori che immettono sul mercato prodotti non certificati e di bassa qualità, a rischio dell’utilizzatore finale. C’è un dato di fatto incontrovertibile: l’esperienza non si compra, e a noi di certo non manca visto che abbiamo superato gli ottant’anni di vita.


MondoPratico: Quali sono i vostri canali distributivi in Italia e all’estero?
Marco Raviolo: In Italia vendiamo direttamente al grossista, che in media con noi fa grandi volumi. Ci sono, inoltre, clienti Providus che vendono il nostro prodotto alla grande distribuzione, canale che quindi serviamo, anche se non direttamente.
All’estero, dove i nostri prodotti vengono venduti tramite distributori locali, coprendo oltre 90 paesi di cinque continenti, a testimonianza della forte vocazione della nostra azienda verso i mercati stranieri.


MondoPratico : Quali sono le iniziative di Providus volte ad affermare sul mercato un nome che, oggi, è un punto di riferimento nel settore?
Marco Raviolo: Providus realizza un prodotto esteticamente gradevole, nel pieno e totale rispetto delle normative. Forniamo inoltre un servizio apprezzato dai nostri clienti: rapidità della consegna, rapidità della risposte e soluzioni sempre pronte per qualsiasi necessità.
Abbiamo operato un restyling del catalogo, che si presenta in maniera più moderna ed è di facile e intuitiva consultazione per i nostri clienti rivenditori.
Abbiamo inoltre investito sulla struttura, sul personale, sulla partecipazione alle principali fiere del settore e investiamo continuamente sul controllo costante della produzione e della commercializzazione. Non da ultimo, cerchiamo di rendere sempre più accattivante il packaging: crediamo molto nella forma, purché dietro vi sia la sostanza.


MondoPratico : Si sente sempre più spesso parlare di ecosostenibilità: per un’azienda attenta e precisa come Providus immagino che sia un concetto scontato…
Marco Raviolo: Quando si parla di ecosostenibilità dobbiamo innanzitutto capire il significato di questa parola. Noi partiamo da un concetto di base che è già ecosostenibile, proprio in virtù del nostro materiale di riferimento, e cioè il gas, a cui va aggiunto un uso consapevole e mirato di materiali totalmente riciclabili, senza parlare poi della gestione degli oli esausti. Se a ciò aggiungiamo che anche il nostro nuovo capannone è stato costruito interamente con sistemi ecosostenibili e che tutte le scelte di produzione e di gestione vengono effettuate in questa direzione, risulta evidente la nostra vocazione. Non capisco però questa “moda” di esaltare ed enfatizzare ogni minimo intervento definito ecosostenibile, perché a mio parere si è ecosostenibile con i fatti, non con le parole.


MondoPratico : Come avete affrontato il periodo in cui tante realtà aziendali hanno sofferto la difficile situazione economico-finanziaria?
Marco Raviolo: Pur in un momento difficile di mercato, noi siamo sempre cresciuti perché abbiamo avuto la forza e il coraggio di essere, proprio in questa fase, più aggressivi sul mercato e più pronti con le risposte nei confronti della clientela. A mio parere, però, sbaglia chi crede che la crisi sia passata, e per rientrare ai livelli di anni fa c’è ancora molto da fare.
Purtroppo l’Italia è inchiodata dalla burocrazia e dalla politica, a prescindere dagli schieramenti; è sempre più difficile fare impresa e ci troviamo ad affrontare una fase davvero complicata.


MondoPratico : E in questo contesto, chi riesce a fare la differenza?
Marco Raviolo: La differenza la fa il servizio che offri, la qualità dei tuoi prodotti e il modo con cui ti proponi al mercato: la crisi ha tagliato fuori chi in precedenza aveva già delle falle e chi, in maniera poco lungimirante, negli anni aveva guardato solo al prezzo, offrendo prodotti di scarsa qualità.




Nella foto a destra Marco Raviolo, amministratore delegato Providus.