Accedi oppure registrati

Interviste » La svolta “green” di Sodifer

La svolta “green” di Sodifer

Condividi Segnala a un amico 23 September 2011
Prestige Garden è il nome della nuova linea di utensili per giardinaggio che Sodifer è pronta a lanciare sul mercato: ecco tutti i segreti di questa nuova gamma, attraverso le parole dell’amministratore delegato Franco Donati.

Negli ultimi tempi il garden è, a detta di tutti, uno dei comparti più vivi, capace di resistere meglio alla crisi; e poi, dato da non sottovalutare, è di moda ed è capace di coinvolgere indistintamente diversi target di consumatori, dall’uomo alla donna, dai più giovani ai più anziani. E oggi anche Sodifer, noto nome della distribuzione di utensileria e ferramenta, ha deciso di puntare forte sul giardinaggio, dando vita alla linea Prestige Garden, composta da una ricca gamma di utensili per giardinaggio confezionati e veicolati attraverso il libero servizio. Siamo stati presso la sede di Sodifer a Sant’Arcangelo di Romagna (RN) per scoprire più nel dettaglio questa novità di gamma: ci ha accolti l’amministratore delegato Franco Donati, il quale ci ha illustrato i plus dell’azienda, a partire ovviamente dall’ultima creazione di Sodifer: la linea Prestige Garden.

Mondo Pratico: Sodifer è, da sempre, specializzata nella distribuzione di utensileria, minuteria e ferramenta e nella progettazione e allestimento dei punti vendita: da cosa nasce questa vostro interesse nel settore garden?
Franco Donati: Oggi sono sempre di più i consumatori che, non potendo intervenire sui “punti dolenti” della propria casa a causa della crisi, trovano gratificazione con la cura del verde. In alcuni casi parliamo addirittura di un “verde sproporzionato”: realizzazioni di veri e propri orti in terrazzo o in piccoli giardini, dettati dalla voglia di verde e anche dal desiderio di mangiar sano con una minor spesa.
In questo i giovani sono dei maestri: in loro c’è poi tanto effetto creativo, che contribuisce a dare linfa al comparto. E per tutte queste attività è necessario un minimo di attrezzistica da tenere in casa: esattamente ciò che offre la linea Prestige Garden.


Mondo Pratico: Quali saranno i canali distributivi di questa nuova linea dedicata al giardinaggio?
Franco Donati: I canali distributivi individuati sono sia il dettaglio tradizionale sia la grande distribuzione specializzata: unico comune denominatore, la possibilità di vendita a libero servizio. Lanciamo un marchio nuovo e, ovviamente, vogliamo dargli maggiore visibilità possibile, in tutti i canali percorribili.

Mondo Pratico: E per quanto riguarda l’assortimento?
Franco Donati: Sarà molto completo e comprenderà anche prodotti Made in Italy, a partire dalla qualità dei metalli e degli acciai. Vogliamo comunicarlo a tutti i nostri clienti, potenziali e non, e il richiamo al Made in Italy sarà presente sia sulla confezione sia sul prodotto.

Mondo Pratico: Dal punto di vista numerico cosa vi aspettate dal lancio di questa nuova linea?
Franco Donati: Siamo ottimisti: ci aspettiamo nel prossimo biennio un incremento di 5 milioni di euro di fatturato, pari al 6,5% del totale per il gruppo. I prodotti garden, un tempo molto più stagionali, sono invece oggi venduti tutto l’anno, con picchi importanti nei primi cinque mesi dell’anno e un richiamo altrettanto forte nel mese di settembre: possiamo tranquillamente affermare che il garden si vende 365 giorni all’anno.

Mondo Pratico: E territorialmente su quali zone spingerete maggiormente i vostri nuovi prodotti?
Franco Donati: Bisogna distinguere se parliamo del canale tradizionale oppure della grande distribuzione: nel primo caso sfrutteremo ovviamente la forza e l’esperienza dell’ingrosso del nostro gruppo, La Ferramenta Srl di Rimini, e quindi saremo particolarmente forti nel centro-nord. Nel secondo caso, e mi riferisco quindi alla GDS, puntiamo a raggiungere tutto il territorio nazionale senza distinzioni.

Mondo Pratico: Il consumatore di prodotti garden è molto attento all’estetica dei prodotti e vive l’acquisto come una vera e propria esperienza: avete previsto degli accorgimenti particolari in tal senso?
Franco Donati: Abbiamo studiato materiali e colori che possano attrarre di più il consumatore finale, e in particolare quella tipologia di clientela, in testa donne e giovani, che è particolarmente attenta al gusto estetico.
Non dimentichiamo però che la prima componente, quella imprescindibile, resta la qualità, sia che parliamo di prodotti destinati ai professionisti sia di quelli destinati agli hobbisti. Anzi, paradossalmente l’hobbista a volte risulta più esigente del professionista, quindi bisogna essere ben attenti a non deludere le sue aspettative.


Mondo Pratico: Da sempre siete attenti alle esigenze del consumatore, da cui spesso traete gli stimoli e le indicazioni per eventuali cambiamenti: come si è evoluto in questi ultimi anni il cliente finale?
Franco Donati: Il consumatore è molto più attento ed esigente, anche perché ha meno soldi e anche minore aspettativa di averli. Se oggi è aumentato il numero di persone che esegue interventi di bricolage è anche a causa della crisi, non solo perché sta cambiando mentalità.
Un aspetto che invece è cambiato molto negli ultimi tempi è la percentuale di donne che frequenta i centri bricolage. Se nella grande distribuzione alimentare e nei garden center si tratta di un fenomeno abituale, in ferramenta e in GDS negli anni passati era difficile vedere così tante donne tra gli scaffali. Donne che magari entrano in negozio per comprare garden e pet (altro comparto in netta ascesa) ma poi si ritrovano ad effettuare acquisti diversi e storicamente “maschili”.
L’acquisto, inoltre, è sempre meno di impulso, e anche quando è tale si bada sempre più alla qualità rispetto al passato.


Mondo Pratico: Cosa fornisce Sodifer al proprio cliente?
Franco Donati: Forniamo un pacchetto completo a 360 gradi, dalla progettazione del punto vendita alla fornitura di prodotti, passando per l’allestimento totale, scaffali e arredamenti inclusi. Il servizio che offriamo al negozio ci piace definirlo “chiavi in mano”: analizziamo la piantina, la metratura, la struttura interna, l’area esterna, il parcheggio; e ancora studiamo la tipologia del cliente, analizziamo la concorrenza più diretta e facciamo le nostre valutazioni anche in base al personale a disposizione all’interno del punto vendita.
Ci occupiamo anche di “avviare” il software gestionale e di creare volantini promozionali ad hoc per il nostro cliente. A questo proposito ci tengo a sottolineare che i nostri volantini sono realmente personalizzati, perché vengono costruiti su misura per il cliente specifico, e si distinguono da tanti altri volantini standard che di personalizzato hanno solo il timbro del negozio. nIl nostro “pacchetto” è globale: chi si affida a noi sa di poter contare su un servizio che va dalla A alla Z.