Accedi oppure registrati

Interviste » Alubox rende MIA la cassetta postale

Alubox rende MIA la cassetta postale

Condividi Segnala a un amico 08 August 2013
Il nuovo progetto di Alubox si chiama Mia ed è una vera novità nell'ambito delle cassette postali. Il casellario con la cover intercambiabile rappresenta quell'idea che diventa subito moda e fa fare un passo in avanti a un intero settore. La cover intercambiabile dà al cliente la possibilità di “giocare” con il proprio casellario, cambiandone l'immagine a seconda delle stagioni o degli eventi, oppure di integrarla al contesto urbano o di celebrare una ricorrenza familiare (suggeriamo ad Alubox le cover per festeggiare la nascita di un bambino). Abbiamo chiesto a Lorenzo Scandellari, titolare dell'azienda emiliana, come è nato e come sta andando il progetto Mia.
 
Mondo Pratico: MIA è ormai già un "must" nel nostro comparto: come nasce l'idea di una cassetta postale col frontale intercambiabile?
Lorenzo Scandellari: Effettivamente l’entusiasmo che abbiamo riscontrato nella fase di test, sia interno all’azienda sia sul mercato, è stato sopra le nostre aspettative. Questo ci ha dato ulteriore carica per proporre al mercato NON un nuovo prodotto ma un nuovo Progetto, con la P maiuscola. Il tutto è nato in modo curioso: cercando una soluzione a una richiesta speciale di un cliente ci è venuta l’idea di personalizzare solo il frontale. Da quel momento abbiamo sviluppato un progetto molto più ampio che oggi è solo nella sua fase iniziale.
 
Mondo Pratico: Un'idea vincente che si basa su un sistema ormai brevettato dalla vostra azienda. Quanto avete lavorato in Alubox per arrivare alla definizione di questo progetto?
Lorenzo Scandellari: Diciamo che abbiamo fatto i “salti mortali” per arrivare sul mercato a giugno, periodo che riteniamo ottimale per il lancio della fase iniziale del prodotto/progetto.
Per riuscirci abbiamo costituito un team di lavoro dedicato che coprisse tutti gli aspetti: dallo studio della cassetta alla definizione dei design, dagli imballaggi ai brevetti, dalla comunicazione di lancio (riviste, sito internet, social network ecc..) all’organizzazione di eventi ecc…
Devo vivamente ringraziare tutto il team e più in generale tutta l'organizzazione Alubox per l’entusiasmo e l’impegno che hanno dedicato al progetto e che ci ha permesso di rispettare i tempi prefissati.
 
Mondo Pratico: Ci sono delle differenziazioni tra i vari canali distributivi?
Lorenzo Scandellari: Uno dei punti di forza del progetto è proprio la possibilità di differenziare i soggetti frontali per i diversi canali (Ferramenta, GD specializzata, GDO ecc.), arrivando a diversificare anche all’interno dello stesso canale con personalizzazioni dedicate per singolo gruppo di acquisto.
Superata la fase di lancio dei 10 soggetti iniziali tutto questo sarà possibile.
 
Mondo Pratico: La forza del progetto è quindi, come abbiamo detto, la personalizzazione del prodotto...
Lorenzo Scandellari: Assolutamente sì' ed è stata subito recepita dal mercato. Abbiamo già avuto richieste speciali, che sono già state portate avanti, da alcuni distributori o clienti che desiderano il loro logo o simbolo sulla propria casetta postale.
Al momento è necessario un minimo di pianificazione, ma l’obiettivo è di arrivare a offrire una vasta scelta di soggetti e un servizio di personalizzazione.
 
Mondo Pratico: Qual è il target di pubblico su cui puntate maggiormente? L'acquisto "emozionale" da parte delle donne può aiutare in questo senso?
Lorenzo Scandellari: L’ aspetto “emozionale” è un punto di forza e del tutto nuovo nel mondo “cassette postali”. Abbiamo riscontrato che l’interesse verso MIA arriva principalmente da un pubblico femminile, ed è ormai noto a tutti l’importanza crescente della donna nel processo decisionale di acquisto.
Sarà nostro dovere, però, proporre soggetti che possano attirare l’attenzione sia del mondo femminile sia di quello maschile.
Inoltre, abbiamo fiducia che un prodotto simile possa attirare due tipologie di consumatori: il cliente che deve cambiare la cassetta ma sta temporeggiando e il cliente che non ha necessità di sostituire la propria cassetta postale ma apprezza particolarmente il prodotto.
 
Mondo Pratico: La qualità del prodotto è una base imprescindibile da cui partire: MIA si distingue non solo per il design, ma anche per l'aspetto qualitativo e il Made in Italy. Il mercato ve lo riconosce?
Lorenzo Scandellari: Direi che il Made in Italy caratterizza e consolida fortemente questo progetto per diversi motivi. Innanzitutto perché si tratta di un’idea italiana:
come tale, abbiamo voluto rispettarla e proteggerla brevettando il prodotto.
Inoltre, il concetto di “ricambio” che esprime il prodotto, “Scegli il frontale che più ti piace e cambialo tutte le volte che vuoi”, presuppone la possibilità di avere una “nuova” cassetta con pochi euro sostituendo solo il frontale.
Se il prodotto non fosse di buona qualità, si arrugginisse in poco tempo o entrasse l’acqua, non sarebbe certo uno stimolo per il cliente a sostituire il frontale con un nuovo soggetto e a consigliare l’acquisto ad amici.
 
Mondo Pratico: Quali strategie avete adottato per agevolare il sellout?
Lorenzo Scandellari: Siamo partiti dall’ideazione di un packaging accattivante ed esplicativo. I soggetti frontali, ad esempio, sono montati su un cartoncino che riporta la fotografia in scala reale della cassetta, mostrando così come sarebbe il risultato finale. Inoltre, abbiamo creato: un espositore da banco da abbinare ad un poster che mostra tutti i soggetti; un espositore autoportante sul quale appendere i frontali per la vendita al pubblico; più didattiche dedicate che mostrano il montaggio e gli esempi di installazione e dei volantini.
Un altro aspetto importante è il confezionamento: quattro pezzi per i corpi cassetta (che sono sempre gli stessi) e due pezzi per ogni soggetto frontale, in modo da dare la possibilità al rivenditore di avere meno stock dello stesso soggetto ma più design diversi (qui sta la forza), creando anche meno difficoltà nel riordino dei frontali.
 
Mondo Pratico: Avete già un'idea di quale sia il potenziale futuro di MIA? E quali sono i progetti imminenti di Alubox?
Lorenzo Scandellari: Mia ha un potenziale commerciale futuro che può essere infinito, grazie alla moltitudine di soggetti che si possono creare. Non c’è limite alla fantasia per i frontali. Ci tengo particolarmente a far l’esempio della “Serie Natalizia” di frontali, che uscirà a settembre e che per la prima volta offrirà l’opportunità di addobbare la propria cassetta postale. Ma stiamo studiando anche delle varianti sul corpo cassetta oltre ad una serie di accessori per poter ulteriormente personalizzare la casetta MIA. Come detto in precedenza, siamo solo all’inizio di un progetto molto più ampio che nel 2014 riserverà diverse sorprese.