Accedi oppure registrati

Interviste » Penelope, la linea da bagno rivoluzionaria

Penelope, la linea da bagno rivoluzionaria

Condividi Segnala a un amico 10 April 2017

Tag:

Un nuovo modo di utilizzare gli accessori da bagno e da cucina, grazie a un sistema brevettato di aggancio a pressione che non teme né l’acqua né il vapore: TreB presenta a Buyer Point (Milano, 9-10 maggio) l’innovativa linea Penelope.
 
TreB è un’azienda che difende fortemente il proprio Made in Italy e che propone un articolo per arredo bagno rivoluzionario, destinato al canale tradizionale e a quello specializzato: abbiamo intervistato Maurizio Tollis, consulente della direzione commerciale, per scoprire i dettagli di questo progetto.

Mondopratico: La linea Penelope è sicuramente rivoluzionaria. In che cosa consiste la novità e quali sono le caratteristiche esclusive della gamma?
Maurizio Tollis: Il nostro claim è "un nuovo e diverso concetto di fissare gli accessori da bagno e cucina a muro". In effetti negli ultimi tempi è aumentata la richiesta di accessori che si possano fissare a parete senza la necessità di forare e, di conseguenza, questo è un mercato in grande crescita per tre semplici ragioni: questi prodotti non rovinano le piastrelle e/o il muro dove vengono fissati; spesso desideriamo cambiare posizione degli accessori ma rinunciamo perché sotto rimane il foro; il montaggio è semplice e veloce
A soddisfare questa crescente richiesta ci sono quindi gli accessori a ventosa.
Per contro, le resistenze verso questo tipo di articoli sono: la ventosa si stacca; normalmente sono senza alcun design; la scelta limitata.
Ciò premesso, TreB di Osimo (AN) è una startup tutta italiana che coraggiosamente propone al mercato la linea di prodotti "Penelope", interamente prodotta in Italia e che offre i seguenti vantaggi: un catalogo ricco e assortito di accessori unici per la casa (accessori vari per il bagno, la cucina e appendini generici); una gamma di prodotti completa per utilizzo e caratteristiche; un sistema a  ventosa brevettato che può sostenere pesi sino a 10 kg; materiale sintetico utilizzato di primissima qualità, quale il policarbonato.
Sono due le linee di prodotti: Penelope, con possibilità di scegliere tra due colori diversi, e Luxor, linea cromata che resiste quindi all'umidità e non si sfoglia. Sono linee di design perciò belle da vedere, sono oggetti che arredano: un prodotto Made in italy al 100%.
 
Mondopratico: Qualità e design possono convivere? Come siete arrivati a questo risultato finale?
Maurizio Tollis: La qualità dei materiali conferisce non solo resistenza ma anche un grado di finitura che appaga l'occhio. Nel caso di Penelope i prodotti sono lucidi e lisci, belli da vedere. In questa produzione il design è fondamentale, perché tutti gli accessori completano l'arredamento di locali non meno importanti di altri.
L'abbinamento è ben fatto ed è nato da esigenze personali: attraverso una nostra esigenza abbiamo intuito che potesse essere la stessa di tanti altri consumatori. 
Volevamo fortemente avere un prodotto di alta qualità con performance elevate, ma che potesse anche essere di design per adattarsi meglio, con eleganza e stile, ai diversi ambiti e ambienti di utilizzo.

Mondopratico: Quali sono i canali distributivi dei vostri prodotti?
Maurizio Tollis: I canali principali in ordine di importanza sono certamente le ferramenta, raggiunte anche attraverso i grossisti, e i brico di piccole, medie e grandi dimensioni.

Mondopratico: E l’e-commerce? 
Maurizio Tollis: Non lo trascuriamo, anche se al momento non è ritenuto prioritario; preferiamo, infatti, che siano i nostri clienti a promuovere le vendite via e-commerce.
Si tratta di un fondamentale strumento di promozione dei prodotti. Un modo attuale, moderno per far conoscere i propri articoli ai potenziali acquirenti. Non puntiamo tanto alla vendita diretta, che vorremmo fosse ad appannaggio soprattutto della nostra clientela ferramenta, quanto alla promozione. 
I potenziali consumatori e utilizzatori devono avere l'opportunità di conoscere i prodotti attraverso l'utilizzo di mezzi moderni, oggi a loro congeniali e a portata di mano, dallo smartphone al tablet.
Dare informazioni anche attraverso un proprio sito di vendita online, o attraverso piattaforme quali e-bay, per esempio, è un must che rende un servizio a potenziali acquirenti e che non esclude affatto, ne preclude, la possibilità che il prodotto venga poi effettivamente acquistato in ferramenta. 
L'e-commerce, anzi, è spesso un concreto aiuto per quanti acquisiscono informazioni su internet ma non si fidano di acquistare su internet.
Ciò che è importante è mantenere una politica di prezzi seria, rispettosa e coerente.

Le parole della titolare, Arianna Pierpaoli

TreB nasce nel lontano 2004 grazie a un ragazzo di enorme talento che con pochissime risorse a disposizione, ma con grandi capacità inventive, ha realizzato un prodotto unico sul mercato: mio cognato Tonino Bruni insieme ai suoi due fratelli, ecco perché il nome TreB.
Nel 2006 questa azienda è diventata leader sul mercato raggiungendo fatturati importanti. Eravamo i primi distributori di accessori a ventosa in Italia.
L’arrivo dei prodotti di importazione ha portato TreB a chiudere nel 2007.
Nel 2008, con tanto coraggio e pochissima esperienza, decisi che era inaccettabile dopo tanto lavoro e sacrificio mollare senza riprovarci, ma capii immediatamente che sarebbe stata un’impresa titanica se non impossibile. 
Nacque la TreB & co srl con la sottoscritta al comando, arruolando uno staff di sole donne al mio fianco e facendola diventare una impresa al femminile.
Sono convinta che le donne coalizzate insieme siano una grandissima forza lavoro e devo dire che non mi sbagliavo.
Non solo, decisi di diventare anche la responsabile commerciale Italia della mia azienda, una decisione dettata dal fatto che non riuscivo a creare una rete vendita di collaboratori seri e professionali che volessero mettersi in gioco con una piccola azienda.
Iniziai a girare l’Italia in lungo e in largo da sola, andando alla ricerca di nuovi clienti e partendo con un portafoglio attivo praticamente nullo.
Ho trovato di fronte a me un muro di diffidenza, scetticismo, sentendomi rispondere ’’Grazie signora, ma non ci interessa” ecc...
L’obiettivo di Penelope è quello di far riacquistare agli italiani una fiducia persa da tempo sugli accessori a ventosa, riportare l’azienda a fatturati importanti e continuare a realizzare e produrre prodotti Made in Italy.
Saremo presenti il 10 maggio a Buyer Point come espositori con Penelope, protagonista insieme ad alcune novità.
Non posso esimermi dal dedicare un ringraziamento particolare a tutte quelle persone che mi hanno dato fiducia e hanno riconosciuto e condiviso il nostro progetto aziendale. 
Penelope non è solo una ventosa. È un modo diverso di vivere, di vedere le cose sotto un’altra prospettiva di futuro e innovazione.