Accedi oppure registrati

Marketing » Linerless: il codice a barre diventa ecologico

Linerless: il codice a barre diventa ecologico

Condividi Segnala a un amico 14 February 2008

Tag:

Identificazione e rintracciabilità sono oggi parole impiegate quotidianamente sia per ragioni logistiche sia, soprattutto, per motivi legislativi.
Qualunque prodotto – food, beverage o altro-, deve essere fornito di una “carta d’identità”, che è rappresentata normalmente da un codice a barre.
Il codice a barre può essere definito come una simbologia o un alfabeto, capace di codificare tutte le informazioni in un formato tale da poter essere acquisito automaticamente dai lettori ed essere trasferito al sistema informativo. Potremmo quasi definirlo come un sensore del computer.
I vantaggi della tecnologia del codice a barre sono diversi e riconosciuti. Per esempio: l’efficienza (è possibile introdurre dati da due a cinque volte più velocemente che con la tastiera), l’accuratezza (bassissima è la possibilità di errore), l’affidabilità (aumentare le scansioni del lettore, usare un codice più alto per replicare il dato su di un codice danneggiato) e l’economicità (utilizzando un magazzino più snello).
Proprio per questi vantaggi, il codice a barre viene usato praticamente in tutti i settori, perché ha dimostrato di essere una tecnologia adattabile e di successo.
Entrando nello specifico immaginiamo una tipica industria manifatturiera. Essa riceve, processa e distribuisce i prodotti; tante altre aziende nel settore del commercio e dell'industria in genere operano nello stesso modo avendo gli stessi problemi di gestione al fine di soddisfare la propria clientela: ricevimento, immagazzinamento, produzione, controllo qualità, prodotti finiti e spedizione.
Irplast, o meglio la sua divisione Officina, è un esempio di azienda che vuole dare una risposta alle richieste del settore dell’identificazione automatica di un livello di efficienza sempre più elevato ma con un’attenzione particolare all’ambiente. Irplast infatti opera nel settore della tecnologia del codice a barre, progettando e costruendo etichettatrici print apply senza supporto siliconato. Le etichettatrici print apply di Irplast stampano e applicano etichette linerless, ottenute tramite il taglio effettuato a bordo macchina di materiale adesivo continuo in bobina. In questo modo, l’azienda che decide di sposare il concetto linerless, oltre a ottenere un saving, dato da una più elevata produttività, evita di impiegare materiale mediamente plastico, che deve essere successivamente smaltito con aggravio di costi e ovvi danni al nostro ambiente.