Accedi oppure registrati

News » Lo stadio Olimpico apre le porte a Betafence

Lo stadio Olimpico apre le porte a Betafence

Condividi Segnala a un amico 12 December 2008
Una soluzione professionale che si adatta alle rigide normative vigenti in merito alla sicurezza negli stadi: nasce così la recinzione interna dello Stadio Olimpico di Roma, affidata dal CONI a Betafence Italia. Il Parapetto Olimpico, che combina sicurezza e funzionalità garantendo allo spettatore la massima visibilità di quanto avviene sul campo, è una recinzione fissa alta 1,10 m che sfrutta lo scorrimento in verticale di una delle due sezioni che la compongono: in caso di necessità può perciò essere elevata fino a 2,20 m.
L’estrema versatilità del Parapetto Olimpico si presta a rispondere alle differenti esigenze di sicurezza di tutti gli eventi, anche quelli non sportivi: un semplice movimento manuale permette alla sezione mobile di essere innalzata e fissata sopra quella fissa, mantenendo inalterate le proprie caratteristiche di resistenza alle sollecitazioni meccaniche e di sicurezza.
Betafence rinnova inoltre la propria presenza al MADE, dove, in uno stand di ben 200 mq, saranno presentate in anteprima due importanti novità: la recente partnership con Dea Security, azienda italiana attiva nel campo dell’elettronica e della sicurezza, e l’esclusivo cancello autoportante versione IT: completamente automatizzata con il sistema Came, tale chiusura, oltre che per l’elevata qualità e le ottime doti in termini di sicurezza e robustezza, si caratterizza per la facilità d’installazione e il conseguente risparmio dei costi di posa e di automazione.