Accedi oppure registrati

News » Bosch, crescono la divisione elettroutensili e quella termotecnica

Bosch, crescono la divisione elettroutensili e quella termotecnica

Condividi Segnala a un amico 14 April 2009
Risultati positivi in Bosch nel computo del 2008 per ciò che riguarda le divisioni elettroutensili e termotecnica. La prima ha raggiunto, a livello mondiale, una crescita di fatturato del 3,3%, per un totale di 3,15 miliardi di euro: in particolare il 35% del fatturato è stato conseguito con prodotti presenti sul mercato da meno di due anni.
Un aumento addirittura del 7% circa, per un fatturato di 3 miliardi di euro e una crescita, quindi, del 9% al netto delle imposte, per il 2008 di Bosch Termotecnica. Le vendite relative alle caldaie a condensazione e ai sistemi di energia rinnovabile, quali pompe di calore elettriche e sistemi solari, sono cresciute significativamente in tutto il mondo.
In particolare le vendite in Germania sono aumentate del 12%, rispetto allo scorso anno, grazie al programma di incentivi del governo tedesco. Nel 2008 la Divisione Termotecnica di Bosch ha incrementato la capacità di produzione mondiale di collettori solari da 250.000 a 350.000 unità, così da aumentare la propria quota di mercato in Europa.
Per guidare la crescita, Bosch Termotecnica continuerà con progetti futuri basati sulla ricerca e sulla capacità di innovazione. Solo lo scorso anno, la Divisione ha registrato 70 brevetti. Il 40% di questi, dedicati alla "tecnologia verde" e soprattutto legato alla ricerca sul solare.
E nei giorni scorsi è entrato in funzione l'impianto solare termico Junkers installato sul tetto della sede milanese di Bosch. L'impianto, composto da quindici collettori solari, fornisce acqua calda sanitaria al ristorante aziendale che, ogni giorno, ospita oltre 500 collaboratori. L'installazione consente di risparmiare in un anno circa 3.200 metri cubi di gas metano, ovvero più di 700 metri cubi di acqua calda sanitaria riscaldata a 45 gradi.