Accedi oppure registrati

News » Euroflora: i “quadri” della storia

Euroflora: i “quadri” della storia

Condividi Segnala a un amico 22 April 2011

Tag:

Nel padiglione C i visitatori di Euroflora rimarranno stupiti dalla bellezza dei 4 “quadri” dedicati al Risorgimento, in occasione del centocinquantenario dell’Unità d’Italia, con la collaborazione del Museo Luzzati e le opere di due artisti liguri, Emanuele Luzzati e Flavio Costantini.
L’atrio del padiglione C accoglie i visitatori in una grande piazza cosituita dalla giunzione dei maestosi portali di via Garibaldi, davanti ai quali sono posizionate 16 composizioni di grandi maestri fioristi stranieri.
Alle spalle si apre un lungo corridoio delimitato da due ampie vetrine, decorate con orchidee e tillandsie, che porta agli altri 4 “quadri”.
Il primo è la Sala dell’Italiano, caratterizzata dal tratto iconografico di Costantini, e dedicata ai dieci geni della letteratura italiana: da Alighieri, padre della lingua italiana e dello stilnovismo, a Italo Calvino passando per Boccaccio, Leopardi, Manzoni, Pascoli, Collodi e Primo Levi.
La Sala dei Mille sarà invece un tributo alla mitica spedizione dei garibaldini, partiti dalla spiaggia ligure di Quarto. I visitatori sono accolti dall'effige di Garibaldi e di una nave stagliata sopra un mare di ortensie bianche, azzurre e blu.
La Sala delle Donne è dedicata alle grandi figure femminili del Risorgimento. Un vademecum per non dimenticare tutte le donne straordinarie che hanno reso possibile un'Italia Unita: dalle più ricche e famose nobildonne, alle semplici contadine che lottarono in prima linea e diedero il loro contributo (anche economico), incoraggiando, proteggendo e soccorrendo.
Infine la Sala della Musica, ode al melodramma e ai compositori: daVerdi a Mameli. Grandi trombe in polistirolo, rivestite interamente di fiori, saranno sospese nella stanza e dalle loro campane fuoriusciranno fiori variopinti (calle, ornitogalli, ecc.) a simboleggiare i diversi tipi di sonorità.