Accedi oppure registrati

News » Exel compra Hozelock

Exel compra Hozelock

Condividi Segnala a un amico 19 October 2012
Una notizia bomba: la francese Exel Industries ha acquisito la totalità del gruppo britannico Hozelock dal fondo di investimenti CVC Capital Partners.
Hozelock é uno dei principali produttori europei di accessori per il gardening e ha chiuso l’ultimo bilancio (30 settembre 2012) con 95 milioni di euro di fatturato, grazie a una gamma completa di prodotti per irrigazione, polverizzazione, tubi tecnici e giardinaggio acquatico (materiali per laghetti).
Con questa acquisizione la francese Exel Industries accelera il suo processo di sviluppo nel mercato consumer: consolida infatti il suo ruolo di leader in Francia e si rafforza in Gran Bretagna, Benelux e Scandinavia. In particolare nel Regno Unito dove Hozelock è il marchio di giardinaggio più conosciuto dagli inglesi.
“E’ con un grande piacere che accogliamo Hozelock nel nostro gruppo – ha spiegato Guerric Ballu, direttore generale del gruppo Exel Industries -. La grande notorietà dei suoi marchi, le sue reti di distribuzione e la varietà della sua offerta di prodotti sono degli atout maggiori per permetterci di proseguire il nostro sviluppo nel mercato del grande pubblico. In effetti, questo mercato si rivela essere di doppio interesse strategico per il nostro gruppo. Anzitutto é un mercato in crescita, sostenuto dall’aumento regolare del numero di hobbisti: aumentano le aspettative di vita, più tempo libero, modifiche nelle abitudini di consumo che inducono al ritorno degli orti individuali, ecc. Inoltre si tratta di un mercato meno sensibile alle variazioni circostanziali dell’agricoltura o dell’industria. E per questo motivo questa acquisizione si iscrive completamente nella continuità della nostra strategia, che ha come scopo di mantenere una crescita redditizia e durevole sul lungo termine”.
Exel Industries è specializzata nelle tecniche di polverizzazione di precisione per l’agricoltura (leader mondiale) e per l’industria (terzo al mondo). Nell’esercizio 2011/2012 ha sviluppato un fatturato di 525 milioni di euro, con 2.800 dipendenti in 24 paesi.