Accedi oppure registrati

News » Bossong: doppia certificazione per Epoxy 21

Bossong: doppia certificazione per Epoxy 21

Condividi Segnala a un amico 01 June 2012
Il fissaggio è un elemento che nelle costruzioni richiede sempre più professionalità, non solo nella posa ma nelle performance stesse del prodotto. Per questo da sempre Bossong persegue l'obiettivo di ricercare e sviluppare nuovi prodotti e certificare quelli esistenti, garantendo al progettista e quindi all'utilizzatore una gamma sempre aggiornata e sicura. Ne è un esempio Epoxy 21, una resina che, in base ai dati e alle caratteristiche presenti sui Benestari Tecnici Europei (ETA), si presenta come uno dei migliori ancoranti chimici presenti sul mercato europeo con doppia certificazione. Le omologazioni sono valide per un’ampia gamma di barre filettate (da M8 a M30) e di barre ad aderenza migliorata (diametro da 8 mm a 32mm).
Questa resina epossidica bicomponente ha un alto valore di aderenza per fissaggi pesanti per applicazioni su calcestruzzo, muratura piena e legno e non crea tensioni nel materiale di base durante l’installazione. Adatto per fissaggi elettricamente isolati, permette ancoraggi ad elevato potere dielettrico annullando l’effetto delle correnti vaganti. Inoltre, per il suo alto valore di aderenza e per la facilità di penetrazione nelle porosità e nelle zone cave, la resina consente un fissaggio sicuro senza espansione e quindi senza tensioni nel materiale di base durante l’installazione. Altre caratteristiche: mantiene inalterate le sue proprietà ed é resistente all’idrolisi nel tempo; ha tempi di indurimento per manipolazione medio-lunghi; consistenza tixotropica; facilità e rapidità di impiego; ideale per applicazioni con barre ad aderenza migliorata; rapporto di miscelazione 1 (catalizzatore) a 2 (resina epossidica) in volume. Epoxy 21 non necessita di premiscelazione: la resina si mescola con l’indurente solo durante l’estrusione, mediante il passaggio del prodotto nell’apposito miscelatore. La cartuccia può quindi essere riutilizzata in tempi successivi sostituendo il miscelatore al momento del riutilizzo. Se stoccate in condizioni ottimali (in luogo fresco e asciutto, tra +5 e +30°C), le cartucce hanno una durata di 24 mesi; nel periodo invernale è consigliabile conservarle in locali riscaldati. Molteplici le applicazioni: Epoxy 21 può essere utilizzata con calcestruzzo umido o in foro allagato senza raddoppiare i tempi per la messa in carico, ma è perfetta addirittura in utilizzi per fissaggi subacquei. Può essere impiegata anche come massa di riparazione e riempimento.
La tixotropia della resina epossidica BCR-EPOXY 21 è utile per evitare eccessive dispersioni nei vuoti che caratterizzano le murature storiche. L’utilizzo di resine epossidiche pure, caratterizzate da lunghi tempi di indurimento e manipolazione, offre in questo senso le migliori prestazioni e consente di raggiungere profondità di ancoraggio superiori al metro.
La scelta di realizzare un inghisaggio con resina epossidica può essere ottimale nel caso in cui si renda necessario limitare il diametro della perforazione: nelle applicazioni con resina deve essere realizzato un foro con un diametro di poco superiore al diametro della barra mentre nel caso di ancoraggi iniettati con malta il diametro del perforo è anche tre volte superiore a quello della barra.
 
Omologazioni
- ETA-CE Opzione 7 da M8 a M30 per calcestruzzo non fessurato
- ETA-CE Opzione 1 per installazione in calcestruzzo fessurato con barre da M12 a M24.
- Il prodotto è omologato per fissaggi con profondità variabile di ancoraggio per dare al progettista un’elevata flessibilità.
- ETA per connessioni post-installate in accordo a Eurocodice 2 e TR023 con profondità massima consentita di 2500 mm, posa in opera certificata sia con trapano sia con carotatrice (secco/umido).

Applicazioni
- Edilizia civile pesante
- Edilizia industriale pesante
- Settore elettrico pesante
- Settore idraulico e lattoneria pesante
- Pietra
- Mattone pieno
- Legno
- Calcestruzzo
- Applicazioni subacquee