Accedi oppure registrati

News » Parte il nuovo Conto Energia Termico per le serre

Parte il nuovo Conto Energia Termico per le serre

Condividi Segnala a un amico 26 January 2013

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 2 gennaio 2013, oramai a Camere sciolte, il cosiddetto Conto Energia Termico.
Per favorire la diffusione e l’impiego di biomasse (legna, pellet, cippato, scarti vegetali) in ambito serricolo, il Ministero dell’Ambiente e quello dell’Innovazione puntano all’installazione di nuovi impianti di riscaldamento e alla sostituzione dei vecchi generatori inquinanti con nuovi sistemi alimentati a energie rinnovabili.
L’incentivo “base”, per applicazioni con potenza termica compresa tra 35kW e 500kW, è pari a 2cent.€ per kWh termico; mentre fra 500kW e 1000kW, massima potenza ammissibile per singola serra, l’incentivo è pari a 1,8cent.€.
Il valore può essere aumentato grazie alle buone performance della caldaia installata relativamente alle emissioni in atmosfera. La caldaia deve essere scelta, quindi, anche in base alla sua “bontà” tecnologica e ambientale, oltre che al mero costo di acquisto.
L’incentivo viene erogato per 5 anni dal GSE (Gestore per i Servizi Energetici, cioè lo stesso che eroga gli incentivi per il fotovoltaico) mediante bonifico bancario.
Tra 500 e 1.000kW l’accesso agli incentivi avviene tramite bando per iscrizione ad apposito registro e gli impianti in graduatoria hanno 12 mesi per entrare in esercizio.
Il Conto Energia Termico è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 02/01/2013 e sarà reso operativo dal GSE entro 60 giorni da tale data.
Tuttavia si prevedono già future revisioni del D.L. nelle quali si specificherà la necessità di installare sistemi di contabilizzazione del calore che andranno ad incidere sui costi di installazione e di gestione.
"Noi consigliamo i nostri clienti di valutare, quanto prima, l’opportunità offerta - spiega Paolo Tecna, amministratore di Tecnova -: siamo disponibili a calcolare per tutti – a titolo gratuito – l’incentivo e a fornire una prima valutazione dell’impianto a seguito della compilazione di una Scheda Tecnica".
"Vorrei infine sottolineare che il legislatore ha destinato un plafond totale di 900 milioni di euro e che gli incentivi verranno erogati fino ad esaurimento dello stesso. Risulta quindi di particolare importanza essere senz’altro tempestivi e operare prima dell’esaurimento dei fondi. Tecnova è disponibile anche a seguire tutta la procedura riguardante le pratiche presso il GSE sino all’ottenimento degli incentivi".

Clicca qui per scaricare la Scheda Tecnica.