Accedi oppure registrati

News » Il gotha del DIY si è riunito a Roma

Il gotha del DIY si è riunito a Roma

Condividi Segnala a un amico 14 June 2013

Si è tenuto a Roma, allo Sheraton dell'EUR, il 6 e 7 giugno il 2° Global DIY-Summit organizzato in partnership da Fediyma e Edra, coadiuvate da Assofermet in veste di associazione “ospitante”.

Avremo modo di approfondire i contenuti dei singoli interventi nei prossimi giorni, intanto registriamo il successo della manifestazione sia dal punto di vista delle presenze, sia sotto il profilo organizzativo. Al convegno erano presenti più di 600 manager, in rappresentanza, come da tradizione, dei più importanti player del mondo brico, confermando l'importanza del DIY-Summit come momento di incontro privilegiato del settore. Gli interventi erano incentrati sul tema attualissimo della multicanalità e hanno visto alternarsi sul palco personaggi di spicco del mondo della distribuzione, della produzione e del marketing mondiali.

In estrema sintesi i realtori hanno sottolineato ancora una volta come esista una distanza tra negozio fisico e negozio virtuale, con il mondo dell'online che cresce e quello “tradizionale” che cala. Il commercio online, nel brico e nel garden, non si è ancora preso le fette di mercato che occupa in altri settori (la musica e i libri in particolare), ma l'impressione che questo possa capitare è palpabile. Gli organizzatori hanno saputo allestire un programma che ha messo in risalto i differenti punti di vista, chiamando a parlare realtà molto diverse tra loro. E così se da un lato Amazon, rappresentata dal vice presidente UK Douglas Gurr, ha voluto sottolineare la sua totale apertura verso i fornitori, i distributori “storici” (sono intervenuti tra gli altri Sergio Giroldi di OBI e Damien Deleplanque di Leroy Merlin) hanno invece richiesto maggiore chiarezza da parte dei produttori in merito alle loro politiche di canale.

Naturalmente non sono mancati i momenti di convivialità, altrettanto importanti per garantire uno scambio di informazioni essenziale alla vitalità del comparto.

In particolare la sera del 6 giugno è stata dedicata al Gala Dinner nella cornice mozzafiato di Villa Miani, una cena con vista sul cupolone e non solo in cui il professor Manfred Maus, co-fondatore ed ex amministratore delegato di OBI, è stato premiato il Lifetime Award, un premio a una carriera spesa nel mondo brico, sempre anticipando gli eventi.