Accedi oppure registrati

News » Casalinghi, la vendita diretta non conosce crisi

Casalinghi, la vendita diretta non conosce crisi

Condividi Segnala a un amico 04 October 2013

In occasione del Macef, Univendita (Unione italiana della vendita diretta) ha presentato i dati del comparto "beni durevoli casa" che, oltre a essere il segmento economico di maggiore rilievo - quindi il settore trainante della vendita diretta - nel 2012 ha segnato un incremento del 6,3%, attestandosi a oltre 763 milioni di euro; tendenza confermata anche nel primo trimestre 2013, che ha registrato un +6,5%. Un andamento in controtendenza rispetto ai consumi per beni e servizi della casa rilevati da Confcommercio, che nei primi tre mesi del 2013 sono in calo del 1,1% rispetto al 2012. «La vendita diretta a domicilio ha conosciuto in questi anni di crisi una crescita continua -ricorda Daniele Pirola, segretario generale di Univendita-; in particolare i risultati del comparto casalinghi si confermano su livelli di assoluta eccellenza. Le aziende associate Univendita che trattano prodotti destinati alla casa hanno chiuso il 2012 con un incremento significativo e la tendenza di questi primi mesi del 2013 è incoraggiante». Situazione opposta per i canali tradizionali del commercio, in particolare la grande distribuzione, che è tradizionalmente il riferimento più importante dei consumatori per i prodotti per la casa e che dall'inizio dell'anno ha segnato un calo dello 2,7% (dati Istat). «Penso ci siano due fattori -prosegue Pirola-; se la crisi spinge a ponderare con attenzione l'acquisto di un bene durevole, il consumatore sarà più disposto a investire in un prodotto di qualità se questo sarà opportunamente presentato e valorizzato. Da qui l'importanza della qualità, che accomuna i prodotti delle aziende associate Univendita, e delle capacità professionali dei propri incaricati». Tra le aziende associate Univendita che vendono casalinghi: Amc Italia, Dalmesse Italia, Tupperware e Vorwerk Contempora. Per tutte il 2012 ha segnato un incremento di fatturato e vendite; tendenza confermata in questa prima parte dell'anno e favorita dalla costante innovazione nell'offerta di prodotto che traduce in soluzioni i bisogni del consumatore, specie in cucina. È infatti grazie all'osservazione sistematica di nuove tendenze e abitudini, oltre al contatto con i consumatori favorito dalla modalità della vendita diretta a domicilio, che le aziende introducono soluzioni che si rivelano vincenti sul mercato. La crescente attenzione al fattore salutare nella cottura e la necessità di risparmiare tempo ed energia quando si cucina ha portato Dalmesse a proporre il sistema di cottura Lifetime in Argenplus, un materiale all'avanguardia senza nichel che consente di cuocere in modo sano e naturale. Tupperware ha sviluppato UltraPro, una linea di casseruole versatili che passano direttamente dal freezer o dal frigorifero al forno a microonde o tradizionale prestandosi così a cotture combinate o sovrapposte (è possibile cucinare contemporaneamente un menu di 3 portate) e a essere anche portate in tavola. Ed è proprio intercettando la tendenza a servire direttamente in tavola i cibi preparati nelle unità di cottura che AMC Italia ha realizzato un'edizione esclusiva e limitata dei propri prodotti in versione colorata: l'estetica è un ingrediente sempre più usato in cucina.