Accedi oppure registrati

News » Orticolario: il profumo del successo

Orticolario: il profumo del successo

Condividi Segnala a un amico 10 October 2014
La manifestazione di Villa Erba cresce e amplia merceologie e numero di visitatori. L'olfatto, uno dei protagonisti indiscussi del giardino lascia spazio all'edizione 2015, che sarà dedicata al tatto. 

Sono stati oltre 28.000 i visitatori dei 200 stand e dei 13 Giardini Creativi della sesta edizione di Orticolario, l'esposizione autunnale di fiori, piante rare, insolite e da collezione, utensili e arredi, nella suggestiva sede di Villa Erba, sul Lago di Como. Un successo senza precedenti, come ha commentato Moritz Mantero, presidente della manifestazione, che ha anche espresso la “preoccupazione” per la prossima edizione, il cui successo e la cui grandezza sarà difficile da superare. Orticolario è un evento ormai maturo, con una sua connotazione precisa, e oggi possiamo dire che non ha niente da invidiare a manifestazioni collaudate come Chelsea Flower Show: nel panorama fieristico, mentre le fiere B2B hanno qualche incertezza, il mondo del B2C verde continua a crescere. L'edizione 2014 ha visto come protagonista il senso dell'olfatto, che è diventato il fulcro centrale della manifestazione, ancora più suggestiva e avvolgente.
L'Azienda Agricola Priola Pier Luigi è stata premiata dalla giuria tecnina per l'ampiezza della collezione, grazie alle 120 cultivar di Aster e le 70 tra specie e varietà di Mentha. Due menzioni speciali sono state assegnate a Cactusmania, per la collezione di esemplari crestati appartenenti a famiglie e generi diversi di piante succulenti, e a Vivai Piante Omezzolli, per il recupero delle varietà antiche di meli regionali. 
La giuria estetica si è occupata invece degli spazi espositivi, valutando gli allestimenti e premiando quello più innovativo, armonico ed elegante. Il premio è stato consegnato ad Azienda Agricola Piergiorgio Minari, per l'aula verde realizzata con bossi geometrici, un progetto che coniuga l'estetica alla pedagogia della natura. Secondo classificato, Manifatture di Bispo Monica, per l'unicità delle ceramiche realizzate a mano con stampi vegetali che portano in giardino il fascino delle antiche lavorazioni artigianali. Al terzo posto, infine, lo splendido allestimento di Associazione Orticoltura a cura di Cip Garden, che ha saputo mescolare magistralmente ortaggi e fiori in alcune composizioni davvero suggestive.