Accedi oppure registrati

News » Colonia, vincente la formula di tre giorni

Colonia, vincente la formula di tre giorni

Condividi Segnala a un amico 09 March 2016
In questo weekend abbiamo partecipato, come da tradizione, alla fiera della ferramenta di Colonia. L'Eisenwarenmesse, anche quest'anno, si è confermata un appuntamento importante per il nostro settore: le nostre sensazioni "a caldo" sono state positive, dopo aver girato per i corridoi della fiera per i 3 giorni di rassegna. La durata della manifestazione (un giorno in meno rispetto al passato) ha sicuramente agevolato la concentrazione dei visitatori e, di conseguenza, l'effetto "pienone" in alcuni padiglioni (anche le dimensioni ridotte della fiera, con un numero leggermente inferiore di stand ha influito...); ma, al di là del numero di visitatori (44.000, in linea con l'edizione precedente), ciò che la maggior parte degli espositori ha apprezzato è stata la buona qualità dei contatti. Dalle nostre chiacchierate presso i numerosi stand italiani, è emerso un clima generale di fiducia grazie anche al forte interesse registrato da parte dei buyer stranieri presenti. Ci sembra, insomma, che questa appena terminata possa essere definita la migliore edizione dell'Eisenwarenmesse degli ultimi tempi, escludendo ovviamente gli anni "d'oro" pre-crisi.
Altro dato interessante, abbiamo notato una presenza meno massiccia, rispetto alle edizioni precedenti, di acquirenti italiani nei padiglioni occupati da fornitori dell'est asiatico, segno di un'inversione di tendenza, a favore della qualità, da parte dei nostri buyer.
Una nota forse negativa è stata rappresentata da ciò che, nelle intenzioni degli organizzatori, doveva essere la principale novità in fatto di esposizione dell'intera fiera: nel padiglione 5.1 è stato realizzato il DIY Boulevard, un interessante "percorso" espositivo, che ha tagliato in due il padiglione, in cui hanno trovato spazio 40 espositori (tra cui nomi di primo piano come Fischer, Tesa, Alfer, Hettich). Un "muro" lungo oltre 200 metri bello a vedersi ma che, secondo i commenti di diverse aziende presenti negli stand del 5.1, ha disorientato i visitatori e reso più complicata la visita di tutti gli stand presenti.