Accedi oppure registrati

Prodotti » Problemi di consolidamento? Bossong ha un nuovo formulato

Problemi di consolidamento? Bossong ha un nuovo formulato

Condividi Segnala a un amico 22 October 2008
La nuova soluzione ideata da Bossong è una resina epossidica pura in grado di assicurare alto valore di aderenza e facilità di penetrazione nelle porosità e nelle zone cave; ideale su calcestruzzo, permette ancoraggi su qualsiasi materiale di supporto.

In teoria, motivazioni tecniche permettono di distinguere quando un ancoraggio debba essere realizzato con resina o con malta cementizia. Nella pratica, non sempre tale limite è ben definito, in quanto entrano in gioco molti altri fattori, quale la compatibilità con i materiali originari o più semplicemente problemi di fattibilità esecutiva.
Composta da due parti di resina e una di indurente, la nuova resina epossidica pura Bcr-Epoxy 21, formulata dai laboratori Bossong, viene incontro a molte delle difficoltà che nelle applicazioni pratiche rendono difficoltosa la scelta del tipo di ancoraggio.
Lunghezza di ancoraggio. La tixotropia della nuova resina epossidica, utile per evitare eccessive dispersioni nei vuoti che caratterizzano le murature storiche, limita le lunghezze di ancoraggio rispetto alle applicazioni in cui l’inghisaggio è realizzato con malte.
Diametro del perforo. La scelta di realizzare un inghisaggio con resina epossidica può essere ottimale nel caso in cui si renda necessario limitare il diametro della perforazione: è sufficiente realizzare un foro con un diametro di poco superiore al diametro della barra.
Tempi di posa e di attesa. Inghisaggi realizzati con resina epossidica Bcr-Epoxy 21 hanno un curing time di 10 ore, mentre per gli inghisaggi con malta a base cementizia sono necessari 28 giorni prima del raggiungimento della resistenza caratteristica.

La nuova resina epossidica pura Bcr-Epoxy 21


Per il suo alto valore di aderenza e per la facilità di penetrazione nelle porosità e nelle zone cave, consente un fissaggio sicuro senza espansione e quindi senza tensioni nel materiale di base. Ideale su calcestruzzo e consigliata per carichi particolarmente pesanti o sottomarini, è applicabile direttamente su materiali pieni anche di scarsa consistenza o fragili e risulta quindi indicata per connettori, fissaggi nel legno, come ripristino di solai e restauro in generale.
La facilità e la rapidità di impiego sono motivate con il fatto che Bcr-Epoxy 21 non necessita di premiscelazione, perchè la resina e l'indurente si miscelano solo durante l'estrusione nell'apposito miscelatore; inoltre la cartuccia, disponibile in formato da 400 ml, se non viene svuotata completamente può essere riutilizzata in tempi successivi, semplicemente svitando il miscelatore e riavvitando il tappo.