Accedi oppure registrati

Prodotti » Il mondo è fatto a scale

Il mondo è fatto a scale

Condividi Segnala a un amico 24 September 2010

Categorie:

Il trasporto di carichi pesanti richiede uno sforzo notevole, soprattutto se il percorso è ostacolato da scale e gradini. A risolvere questo tipo di problematica ci ha pensato Zonzini, che attorno alla movimentazione merce ha costruito il proprio successo.
L’esperienza raccolta in oltre 40 anni di attività hanno portato l’azienda veronese ha studiare e realizzare prodotti specifici per soddisfare ogni esigenza di movimentazione. Come Skipper, l’innovativo carrello saliscale elettrico, prodotto principe dell’azienda scaligera, che ha reso semplice e sicuro quello che è sempre stato un compito scomodo e pericoloso: il trasporto su più piani di carichi pesanti (dell’ordine di 200-300 kg).
E per i carichi più leggeri? Essendo un’azienda “client oriented”, Zonzini ha messo a punto sistemi adeguati anche per chi ha la necessità di trasportare pesi più “modesti”, nell’ordine di 80-100 kg. Dopo anni di ricerche e investimenti, ha realizzato due nuovi prodotti, Buddy e Buddy Lift, che si stanno imponendo tra tutti coloro che hanno simili problemi di trasporto. Facili da utilizzare, i due sistemi permettono di superare con agilità anche quelle situazioni che comunemente sono considerate limite per il trasporto su più piani, come scale strette, a piede d’oca o gradini più alti della media.
Costruiti secondo le più evolute tecniche di progettazione, tutti i prodotti sono completamente made in Italy e rispettano le normative vigenti in materia di sicurezza.

La storia di un carrello


Inizialmente, oltre 40 anni fa, erano “semplici” carrelli manuali in grado di movimentare mobili nei magazzini, affiancati qualche anno dopo dai primi montacarichi, in grado di soddisfare le esigenze di trasporto da un piano all’altro.
La movimentazione in verticale di diversi tipi di carico ha fatto sì che oggi l’azienda sia concentrata attorno “all’affascinante mondo dei carrelli saliscale elettrici”, come viene definito da Jacopo Zonzini, sales manager dell’omonima azienda. Dove porta la scalata? “La consapevolezza di un consenso sempre più diffuso ci porta al perseguimento di obiettivi ogni volta più ambiziosi, che rendono ogni giorno una sfida volta al soddisfacimento dei reali bisogni dei consumatori”.

Il caso limite…


Un solo operatore con Buddy Lift è agevolmente in grado di concludere il trasporto di una lavatrice di dimensioni 70 x 70 cm su una scala a chiocciola della larghezza di soli 87 cm. In una situazione limite come questa, l’operatore sarebbe in seria difficoltà con qualsiasi altro sistema alternativo.