Accedi oppure registrati

Trade news » I primi dati del panel GfK sul bricolage italiano

I primi dati del panel GfK sul bricolage italiano

Condividi Segnala a un amico 20 May 2008
GfK, leader nel settore delle ricerche di mercato dei beni durevoli, ha avviato anche in Italia il panel di rilevamento dei consumi brico/garden già attivo nel resto d’Europa.
In anteprima per i nostri lettori presentiamo i primi risultati relativi al 2007.

GfK Marketing Services Italia, società del Gruppo GfK AG, quarto al mondo e primo in Italia nel settore delle ricerche di mercato dei beni di consumo durevoli, ha annunciato il proprio ingresso nel settore del DIY con l’attivazione del panel diy, già presente in Germania, Francia, Fran Bretagna, Olanda, Belgio, Repubblica Ceca, Polonia, Slovacchia e Ungheria. E da quest’anno ampliato anche a Russia, Cina e Italia.
In due parole, si tratta di uno strumento che permette di rilevare gli andamenti dei prodotti e dei fatturati delle singole famiglie merceologiche facenti capo ai mercati del bricolage e del giardinaggio, tramite la rilevazione delle vendite alla barriera casse.
Le rilevazioni sono condotte su un universo rappresentativo della distribuzione moderna, composto da 1.306 punti vendita suddivisi tra:
  • 580 DIY superstore: negozi che hanno una superficie di vendita superiore agli 800 mq e che trattano prodotti per l'edilizia, utensili e pannelli in legno;

  • 726 mass merchandiser: 395 ipermercati, 182 mercatoni, 30 cash & carry, 119 pure players cioè siti internet che vendono prodotti on line.

É importante sottolineare, quindi, che l’attività di GfK si concentrerà (per ora, visto che è già in programma un ampliamento futuro) sull’analisi dei consumi nella grande distribuzione (specializzata e non) e non su tutto il mercato diy italiano, che - come tutti sappiamo - vede un ruolo importante del commercio indipendente “tradizionale” (circa il 70%) composto da ferramenta, utensilerie e colorifici.
A prescindere da questa doverosa precisazione, va sottolineata l’importanza dell’ingresso di GfK
nel mercato del bricolage italiano, tipicamente contraddistinto dalla mancanza di analisi di mercato affidabili, puntuali e continuative. Finalmente anche il settore brico/garden potrà contare su uno strumento di analisi del tutto simile a quello utilizzato nei mercati più evoluti del nostro.

I primi risultati


L’analisi del canale DIY superstore è iniziata nel gennaio 2007 attraverso uno strumento di analisi chiamato Total Store Report.
Il Total Store Report consente di analizzare mensilmente l’andamento delle vendite a valore di tutte le famiglie merceologiche trattate nei punti di vendita DIY superstore.
Abbiamo il piacere di comunicare l’avvio di una collaborazione con GfK, che ci permetterà di proporre i dati più salienti del panel brico. In anteprima per i nostri lettori, possiamo già presentare i primi risultati GfK relativi al 2007.
I primi dati disponibili - sul totale 2007 - ci confermano che i DIY superstore italiani hanno sviluppato un fatturato globale pari a 2,7 miliardi di euro, con un picco di vendite in agosto pari a 292 milioni di euro, seguito dal mese di dicembre con un fatturato pari a 266 milioni di euro.
Il settore che ha registrato le migliori performance di vendita nel 2007 è il do it yourself (51,1%) che comprende le famiglie merceologiche di ferramenta, utensili elettrici e manuali, vernici, materiale elettrico, illuminazione, sanitari, ecc.
Il venduto a valore di questo settore è stato pari al 51,1% di tutto il fatturato generato dai DIY superstore per un controvalore di 1,4 miliardi di euro.
Il secondo settore per importanza a valore è il gardening (12,6%) che ha la massima stagionalità nel mese di aprile, seguito poi dal settore arredamento (12,5%) che ha una quota stabile nel corso dei mesi con un leggero picco in settembre.

Chi è GfK Marketing Service
GfK Marketing Services Italia, fondata nel 1986, fa parte della divisione Retail and Technology. La società rappresenta un osservatorio privilegiato sul mercato dei beni di consumo durevoli in particolare nel settore dei beni tecnologici.
I professionisti di GfK Marketing Services Italia raccolgono e analizzano, utilizzando la metodologia Airetail paneV, i dati di vendita di oltre 6.000 negozi (suddivisi in negozi tradizionali, organizzati, grandi superfici di vendita specializzate e ipermercati) su tutto il territorio nazionale, relativi a prodotti appartenenti alle seguenti aree merceologiche:
  • Elettronica di consumo (tv, dvd e cd player, sistemi hi-fi, radiosveglie, navigatori, usb, ecc.)

  • Piccoli elettrodomestici

  • Grandi Elettrodomestici

  • Fotografia

  • Telefonia (telefoni, cellulari, fax, accessori, ecc.)

  • Information Technology (pc, monitor, scanner, stampanti, software etc)

  • Illuminazione Professionale

  • Prodotti per Ottica (lenti a contatto, liquidi, lenti oftalmiche, montature per occhiali, occhiali da sole)

  • Cartoleria e Prodotti per Ufficio

  • Orologeria e Gioielleria

  • Turismo (acquisto di viaggi da catalogo)

  • Do It Yourself

  • Automotive (pneumatici, caschi moto)

  • Home Entertainment (dvd, videogiochi, libri, ec.)

Nel 1991 assume la gestione dell'azienda Silvestre Bertolini. La società all'epoca contava 18 dipendenti e aveva un fatturato di 900 milioni di lire. Grazie ad un piano mirato di acquisizioni e sviluppo della società, fino all'acquisizione strategica di NOP World che includeva in Italia l'istituto di ricerca Eurisko, l'intervento di Bertolini ha portato da una parte ad un consolidamento e ampliamento della presenza del gruppo GfK nel nostro Paese, con l'espansione in diversi settori di ricerca e l'implementazione di metodologie differenti, e dall'altra ad una crescita esponenziale di Gfk Marketing Services Italia, che sotto la sua guida ha raggiunto un fatturato di 22 milioni di euro e un numero di 150 dipendenti.
GfK Marketing Services Italia: i punti di forza
La piattaforma di produzíone. Il vero vantaggio competitivo di GfK Marketing Services Italia risiede nella piattaforma di produzione utilizzata dalla società per processare le informazioni rilevate. I prodotti rilevati, le definizioni, le segmentazioni utilizzate ed i periodi di rilevazione sono omogenei in tutti i Paesi nei quali GfK opera: ciò rende possibile l'elaborazione e l'aggiornamento delle informazioni attraverso un unico sistema di codifica e produzione. L'omogeneità nella metodologia e nei criteri utilizzati nei diversi Paesi permettono di ottimizzare le informazioni raccolte, delineando un quadro globale sempre aggiornato dei trend di vendita dei diversi prodotti, consentendo nel contempo la totale comparabilità tra mercati e paesi diversi.
Un’azienda globale
Altro punto di forza della società è la capillare presenza a livello locale e l'appartenenza, al contempo, ad un grande gruppo internazionale. Ciò consente di massimizzare il know how capitalizzato dalle singole società, e di sfruttarlo anche in contesti diversi da quello nazionale.
La forte sinergia esistente tra le diverse società del Gruppo nel mondo si concretizza sia attraverso la capacità dell'azienda di supportare il processo decisionale delle aziende clienti ovunque esse operano, sia nelle annuali conferenze worldwide, durante le quali vengono delineate a livello globale le tendenze e le caratteristiche strutturali dei diversi settori economici monitorati.
Una forte vocazione alla tecnologia
GfK Marketing Services Italia si distingue per un'attenzione particolare all'analisi dei mercati digitali e delle vendite on line. A partire dai primi mesi del 2007 la società ha aggiunto ai propri rapporti periodici relativi alle vendite la rilevazione continuativa delle vendite online.
Il canale Internet Sales rileva in via continuativa le vendite online analizzando un campione consistente e rappresentativo di siti web (click & mortar, cioè siti e portali che fanno riferimento a catene e negozi con punti vendita sul territorio, e pure player, cioè veri e propri negozi "virtuaii9 di cui fanno parte i più importanti e-player italiani che operano nel settore Consumer Technology.
La tecnologia non è soltanto il principale settore analizzato da GfK Marketing Services Italia, ma è anche una risorsa utilizzata a vantaggio delle aziende clienti. Attraverso l'accesso a premium site, dedicati, i clienti abilitati possono consultare on line ed in tempo reale, 24 ore al giorno e 365 giorni all'anno, l'intero database di informazioni disponibili: informazioni di mercato, commenti, grafici, cataloghi elettronici dei prodotti rilevati, etc.