Accedi oppure registrati

Trade news » Le quattro C di Bricofer: condivisione, collaborazione, cooperazione e soprattutto cliente

Le quattro C di Bricofer: condivisione, collaborazione, cooperazione e soprattutto cliente

Condividi Segnala a un amico 26 September 2007

Tag:

La catena di punti vendita Bricofer continua a crescere e a consolidare il proprio ruolo all’interno del mercato italiano del fai da te. Abbiamo intervistato Massimo Pulcinelli, il presidente del gruppo, per conoscere più da vicino l’azienda e “carpire” i segreti alla base degli ottimi risultati conseguiti negli ultimi anni.

MondoPratico: Quali sono i principi che hanno determinato il vostro successo?
Massimo Pulcinelli: I fattori che lo hanno permesso sono insiti nella nostra filosofia aziendale, che nasce dal lavoro e dall’esperienza sul campo di chi ha scelto di vedere il mondo con gli occhi del cliente. Sono quattro i punti che reputo fondamentali:

  • il cliente è al centro dei nostri pensieri e la sua soddisfazione totale è per noi di importanza basilare;

  • l’uomo Bricofer sta al servizio del cliente, con dedizione, professionalità, passione e tanta disponibilità. Nella nostra azienda vige il concetto della “piramide rovesciata”, che significa “lasciare che siano i clienti a indicare la rotta al management e non viceversa”;

  • prima di essere una catena di punti vendita, Bricofer è una catena di persone, in cui ogni anello è fondamentale per il perfetto funzionamento dell’intero meccanismo. Questo accento sul valore di ogni individuo rappresenta uno dei principi irrinunciabili sui cui si fonda l’universo Bricofer, insieme a un forte spirito di gruppo, che integra in maniera ottimale le varie personalità, incanalandole verso gli obiettivi da raggiungere. Vogliamo ricordare che tutte le strategie e le politiche commerciali messe in atto dall’azienda sono iniziative di ampio respiro, che dipendono proprio dal valore delle persone;

  • tutta la nostra organizzazione fa riferimento a tre semplici principi, sintetizzati dalle tre “C” di Bricofer, ovvero condivisione, collaborazione, cooperazione: condivisione delle decisioni, delle conoscenze, delle idee; gestione dei rapporti interni improntata alla collaborazione; relazioni con i partner esterni all’azienda incentrate su criteri di assoluta cooperazione. Inoltre, per noi è fondamentale la correttezza e la lealtà. Rispettiamo e facciamo rispettare questi valori, affinché i nostri collaboratori possano operare in un ambiente sereno e stimolante, nel rispetto del lavoro di ciascuno.


MondoPratico: Può fare un bilancio del 2005?
Massimo Pulcinelli: L’anno appena trascorso è stato per noi decisamente positivo. Sotto l’aspetto dello sviluppo, si è trattato di 12 mesi intensi, che hanno visto, tra nuovi punti vendita e adeguamenti/ampliamenti/trasferimenti di quelli già esistenti, ben 23 aperture (17 p.v. affiliati e sei diretti). Ma vi sono anche altri motivi di soddisfazione, legati alla crescita della nostra quota di mercato, al miglioramento delle performance dei negozi, alla sempre maggior soddisfazione dei nostri affiliati, al consolidamento degli indici di redditività.

MondoPratico: Quali strategie comunicative adottate?
Massimo Pulcinelli: Anche in questo caso, partiamo da “Sua maestà il cliente”. Le politiche di marketing e comunicazione di Bricofer incarnano al meglio il dinamismo che caratterizza l’attività del gruppo. Bricofer si è distinta fin dagli esordi, e parliamo di oltre 15 anni fa, per la sua volontà di mantenere un filo diretto con i propri clienti, informandoli, consigliandoli e aggiornandoli sulle soluzioni proposte. Lo studio e la formulazione delle promozioni si sono tradotti in operazioni che hanno riscosso grande successo presso la clientela. Inoltre un’intensa e capillare campagna pubblicitaria ci consente di comunicare in maniera innovativa e vincente. Utilizziamo media diversi, a seconda del target che vogliamo raggiungere, avvalendoci sia dell’operato di un reparto aziendale interno, sia di un’agenzia pubblicitaria specializzata esterna.

MondoPratico: State puntando su nuove tipologie merceologiche?
Massimo Pulcinelli: La nostra offerta di prodotti abbraccia svariate categorie merceologiche, per consentire a ogni cliente di vivere un’esperienza di acquisto unica. In ogni singolo punto vendita Bricofer, il consumatore potrà trovare tutti gli articoli che cerca, testarli, verificarne la qualità e chiedere preziosi consigli a un personale estremamente qualificato. Per essere sempre più competitivi, nell’offerta, nella qualità e nell’innovazione, stiamo notevolmente incrementando l’attività di import. Anche grazie a questo, la gamma dei prodotti a marchio privato sarà sviluppata e migliorata, con conseguenze positive sugli acquisti degli utenti.

MondoPratico: State realizzando nuovi lay out espositivi?
Massimo Pulcinelli: Questo è un argomento centrale nella nostra azienda. Stiamo lavorando molto per migliorare le nostre soluzioni espositive, dove nonostante le tante innovazioni introdotte negli ultimi 18 mesi e gli importanti investimenti, ci sentiamo ancora indietro rispetto ai mercati più evoluti. Nei prossimi anni abbiamo l’ambizione e la volontà di progredire ulteriormente, perché siamo convinti che un ottimo servizio al cliente passi anche attraverso dei lay out innovativi.

MondoPratico: Quali servizi offrite alla clientela?
Massimo Pulcinelli: Bricofer mette a disposizione degli utenti numerosi servizi, alcuni esclusivi: si passa taglio dal legno gratuito al tintometro, dalla consegna a domicilio alle garanzie “miglior prezzo”, al caffè gratuito tutto l’anno. Nei negozi più grandi è presente persino una zona dedicata alla telefonia, in partnership con Tim e Telecom Italia Mobile. Ancora, sul punto vendita il cliente può partecipare ai “Bricostage”, oltre ai corsi e a varie iniziative, volte a far crescere, o a far nascere, la passione per il bricolage e il giardinaggio. Quanto alle carte fedeltà, la vecchia “Bricofercard” sta per andare in pensione, sostituita dalla nuova e più accattivante “Premium Card”, che permette ai clienti di accedere a speciali promozioni, a formidabili sconti e a esclusivi strumenti finanziari: un modo che abbiamo scelto per dire “grazie” alla clientela. La Premium Card è gratuita e per averla è sufficiente richiederla in uno qualsiasi dei nostri centri brico.

MondoPratico: Chi è il cliente tipo che visita i vostri negozi?
Massimo Pulcinelli: Abbiamo una clientela davvero variegata e multisettoriale. Si divide in maniera pressoché paritetica (gli uomini sono il 60% e le donne il 40%) anche se il trend vede in forte crescita il pubblico femminile, per il quale stiamo perfezionando e ampliando l’offerta merceologica. Il settore prevalente è rappresentato dai privati, anche se in misura non predominante; abbiamo, infine, una porzione di clientela rappresentata da piccoli artigiani, impiantisti, applicatori, che molto spesso si fidelizzano. Poter contare su un bacino di clientela così eterogeneo, naturalmente, costituisce per noi un grande punto di forza.

MondoPratico: Bricofer, con i propri punti vendita, copre quasi tutto il territorio nazionale. Intendete aprire nuovi negozi anche nelle poche regioni in cui non siete ancora presenti?
Massimo Pulcinelli: Il nostro programma di crescita prevede 180 punti vendita entro il 2008. Stiamo concentrando l’attività di sviluppo proprio nelle regioni in cui siamo assenti, tramite la realizzazione, a breve, di centri brico particolarmente rappresentativi.

MondoPratico: Quali sono gli obiettivi futuri?
Massimo Pulcinelli: Oltre a operare per raggiungere quota 180 negozi, vogliamo consolidare l’azienda per adeguarla, in termini di uomini, mezzi e strutture, alle sfide dei prossimi anni. Guardiamo con fiducia ed entusiasmo al futuro, perché possiamo contare su un gruppo sano e in continua crescita.