Accedi oppure registrati

Interviste » Fdt Group: uno per tutti e tutti per uno

Fdt Group: uno per tutti e tutti per uno

Condividi Segnala a un amico 28 September 2007

Tag:

Come fare a fronteggiare i colossi della grande distribuzione specializzata del segmento fai da te? La risposta ce la offre il consorzio Fdt Group, nelle parole di Fabio Belli, uno dei soci fondatori, attualmente responsabile del settore sviluppo e comunicazione, che abbiamo intervistato nelle sede del consorzio, a Lainate, in provincia di Milano.

MondoPratico: Può raccontarci come nasce il vostro consorzio?
Fabio Belli: Fdt Group è stato fondato nel 1997 da quattro soci, tutti operanti nel settore bricolage in Lombardia. Ci si è uniti per fare fronte comune contro i colossi della GDS del comparto, cha già allora cominciavano a prendere piede in Italia. Si sono dovute vincere delle remore iniziali abbastanza forti, abbiamo cioè dovuto scardinare quella che potremmo definire la “vecchia mentalità del bottegaio”, che imponeva di non dare notizie sulla propria attività e di non aprire il negozio ad altre persone, magari a dei concorrenti. Superate queste rigidità, oggi Fdt Group è una vera famiglia, che continua a crescere: oggi siamo a quota sette associati, per un totale di 13 punti vendita distribuiti sul territorio lombardo. Il consorzio non solo può stipulare contratti più convenienti con i fornitori, avendo agevolazioni in termini sia di costi sia di servizi, ma realizza pubblicità comuni e ha una sede principale in cui incontrare fornitori e partner commerciali. La nostra volontà è quella di accogliere ancora qualche imprenditore, che abbia però alcuni indispensabili requisiti. I nostri eventuali soci devono possedere dei negozi con metrature simili alle nostre, cioè dai 1.000 al 2.500 mq, e devono essere autonomi, ovvero non legati ad altre catene.

MondoPratico: Visto che ha appena accennato all’argomento, come deve essere il vostro fornitore?
Fabio Belli: Premetto cha noi abbiamo già un pacchetto fornitori ufficiali. A questo aggiungiamo dei fornitori potenziali, che vengono esaminati da una commissione appositamente costituita. I potenziali devono saper proporre degli articoli innovativi, devono garantire dei prezzi e dei servizi particolarmente interessanti, quali tempestività nelle consegne, servizio di merchandising, cura del banco e, non ultimo, la possibilità di fare ordini on line. Ci sono dei fornitori, infatti, che hanno dei siti ben organizzati, che ci consentono di verificare la merce disponibile e i tempi di consegna.

MondoPratico: Quali sono i principi alla base della vostra filosofia aziendale?
Fabio Belli: Noi siamo un gruppo di imprenditori che agisce per il bene delle proprie aziende, la nostra filosofia aziendale è, dunque, quella di ottenere continui miglioramenti, in termini prima di tutto economici, ma anche di servizi che ci aiutino a gestire più fluidamente le nostre imprese. Il motto che meglio riassume il nostro atteggiamento è “tutti per uno, uno per tutti”.

MondoPratico: Quali sono le tipologie merceologiche sulle quali puntate di più?
Fabio Belli: Tutti i soci Fdt Group sono nati, professionalmente, dal comparto legno, dall’ingrosso legnami alla realizzazione di tetti. Negli ultimi anni, però, abbiamo cercato di assecondare anche le tendenze del mercato: siamo stati fra i primi a lanciare il settore decoupage, quando ancora non era molto trattato. Oggi, poiché il mercato della decorazione femminile è abbastanza saturo, bisogna cercare nuovi settori d’attrazione per il nostro pubblico. Da qualche tempo, per esempio, stiamo proponendo con successo articoli del mondo etnico, cui è dedicato ampio spazio sul punto vendita, dai 30-40 mq ai 300-400 mq: si tratta di veri e propri “negozi nei negozi”, all’interno dei quali si trovano mobili e oggettistica del segmento di interesse, disposti in modo particolarmente curato e accattivante. Un’altra tipologia merceologica nella quale crediamo molto è quella dei mobili da giardino, che noi importiamo direttamente dai Paesi d’origine.

MondoPratico: Chi è il cliente tipo del vostro punto vendita?
Fabio Belli: Si passa dall’utente che sceglie il centro brico per ragioni prettamente economiche al professionista del fai da te che per hobby, durante il fine settimana, si dedica a lavori di bricolage. Naturalmente è aumentata notevolmente la clientela femminile, sempre alla ricerca di accessori che possano abbellire e rendere più accogliente la propria abitazione. Infine, c’è la figura del dopolavorista, ovvero dell’utente che, finita la giornata lavorativa, ha ancora del tempo libero e lo utilizza arrotondando il proprio stipendio con lavoretti a terzi.

MondoPratico: Quali sono le vostre strategie comunicative?
Fabio Belli: Produciamo solitamente tre o quattro volantini l’anno, con indicati gli articoli in promozione nel periodo. Abbiamo realizzato anche una tessera fedeltà con raccolta punti, che consente ai clienti fedeli di accedere a un ricco catalogo premi. Con le tessere è stato possibile costituire una banca dati dei consumatori, e di comunicare con loro tramite una mailing list mirata. Ancora, attuiamo delle iniziative promozionali anche sul punto vendita, tramite la “bacheca delle offerte”, dove mensilmente vengono indicati sei prodotti a prezzi particolarmente vantaggiosi.

MondoPratico: Progetti per il futuro?
Fabio Belli: Oltre a cercare nuovi articoli che possano suscitare l’interesse della clientela, stiamo unificando il nostro sistema informatico, attraverso un server centrale, obiettivo che abbiamo quasi raggiunto. Inoltre intendiamo attuare un programma di formazione manageriale per i soci che, se darà buoni risultati, verrà esteso a tutto il personale Fdt Group. In conclusione, continueremo a lavorare perché i vari imprenditori possano sentirsi sempre più parte di un’unica grande realtà, certi che “l’unione fa la forza”.