Accedi oppure registrati

News » L’edilizia in esposizione

L’edilizia in esposizione

Condividi Segnala a un amico 28 November 2008
Spesso gli addetti ai lavori (espositori e visitatori) si lamentano perché sono troppe e spesso si accavallano, si sovrappongono, si scontrano tra loro. Eppure gli organizzatori continuano a sbandierarne i risultati positivi, che puntualmente superano quelli dell’edizione precedente; e in effetti difficilmente il pubblico professionale più attento e le aziende più prestigiose sono assenti agli appuntamenti che contano. Stiamo ovviamente parlando delle fiere di settore che, in ogni caso, da sempre, riescono a calamitare l’attenzione del comparto di riferimento: le recenti fiere dedicate all’edilizia hanno confermato questa tendenza.

Saie
La 44esima edizione del Salone Internazionale dell’Industrializzazione Edilizia - meglio conosciuto come Saie - anche quest’anno non ha deluso le aspettative. Da oltre 40 anni, infatti, Bologna è il luogo in cui tutti gli operatori della filiera delle costruzioni mostrano, discutono e si confrontano su progetti, materiali, tecnologie e sistemi per costruire l’architettura.
Nonostante la riduzione di un giorno di apertura della manifestazione, il numero totale degli operatori professionali è stato pari a quello dell’edizione 2007 (dati 2007: 178.250 operatori in visita, dei quali 7.530 stranieri). I primi risultati diffusi dagli organizzatori parlano di un incremento fin dal primo giorno del 10% del numero dei visitatori, incremento replicato nelle tre giornate successive.
Sebbene non sia stato sempre facile per gli operatori raggiungere il polo fieristico bolognese (alle code in autostrada e in tangenziale purtroppo non ci si abitua mai), la logistica e i servizi interni hanno beneficiato dell’apertura dei due nuovi padiglioni 14 e 15 collocati in una nuova struttura su due livelli, nonché del parcheggio multipiano da 2.500 posti auto coperti.

Expoedilizia
Ben 45mila visitatori qualificati, il 45% in più rispetto all’anno scorso, provenienti soprattutto dal centrosud, hanno animato la seconda edizione di Expoedilizia e SITE (Roma, 13-16 novembre). Circa 800 le aziende espositrici in una rassegna organizzata in 10 padiglioni su una superficie totale di 70.000 mq per una panoramica di ampio respiro ma facile da percorrere, grazie al concept espositivo “a dimensione di visitatore”, organizzato in 14 aree tematiche.
Le rassegne hanno riunito e coinvolto tutte le principali aziende della filiera delle costruzioni, spaziando dal mondo edile a quello impiantistico. Particolare interesse ha riscontrato il progetto ERRE, il Percorso delle Energie Rinnovabili e del Rendimento Energetico nell’edilizia, l’iniziativa trasversale alle due fiere che ha dato l’opportunità ai visitatori di aggiornarsi sulle innovazioni e sulle tecnologie impiantistiche ed edili in grado di migliorare l’efficienza energetica degli edifici.
All’esterno dei padiglioni ben 30.000 mq sono stati destinati all’Area Dimostrativa per Macchine da Cantiere, dove i visitatori hanno potuto vedere e testare direttamente gli ultimi modelli di macchine da cantiere dei più importanti marchi del settore.

Ediltek
Praticamente in contemporanea con Expoedilizia si svolgeva anche Ediltek (Malpensafiere, 14-16 novembre) organizzata con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e del Ministero delle Attività produttive. I visitatori complessivi sono stati circa 14.000, con un crescendo di interesse da parte del pubblico: il primo giorno le presenze erano state 1.738, il secondo 4.480, per finire in bellezza il giorno di chiusura con 7.431 ingressi. Il risultato finale (13.649 visitatori) ha superato del 20% quello registrato dall’edizione 2007. Anche il numero di espositori è stato superiore all’edizione precedente: 189 a fronte dei 178 di Ediltek 2007.
La nona edizione della manifestazione, tenutasi all’interno dei tre padiglioni del quartiere fieristico di Malpensafiere, ha occupato oltre alla superficie espositiva interna di 10.000 mq, anche l’area esterna di 9.000 mq. I convegni e i workshop in calendario hanno suscitato l’interesse degli esperti del settore, coinvolgendo anche gli utenti finali in un interessante dibattito su tematiche di grande attualità, quali ad esempio la sicurezza sui cantieri e la certificazione energetica”.