Accedi oppure registrati

Trade news » Axel: una task-force proiettata al futuro

Axel: una task-force proiettata al futuro

Condividi Segnala a un amico 10 December 2010

Tag:

Una squadra composta da 90 venditori: uomini che credono nell'organizzazione di cui fanno parte e che da questa ricevono altrettanta stima. Ecco perchè in Axel gli uomini valgono doppio.

Quasi sempre quando si parla di futuro si fa riferimento a un contesto più ampio che include strategia farcita da marketing e comunicazione e impepato da soloni “tuttologi” che tinteggiano scenari di varia natura e collocazione. Purtroppo sempre meno si parla di uomini e di valore reale, di quanto - solo attraverso loro - si possano raggiungere tutti questi obiettivi e di quanto questi siano sempre più rari da trovare.
In casa Axel Group hanno ben chiaro tutto ciò e i loro uomini se li tengono ben stretti, anzi li premiano. “Noi di Axel”, ci dice Giorgio Malin, socio del gruppo e membro del comitato Garden e Ferramenta, “crediamo fortemente nella nostra organizzazione e negli uomini che la compongono; ogni anno vogliamo ricordare i più meritevoli, dare loro un momento di riconoscimento e non di vana gloria, anzi. Non diventano, ma sono a tutti gli effetti i veri protagonisti della nostra famiglia e insieme a loro vogliamo crescere domani”.
In effetti i venditori dell’anno (vedi box) rappresentano un movimento di oltre novanta venditori che quotidianamente portano nel territorio il progetto Axel, definiscono con le sedi le strategie e mantengono il contatto con gli Axel Point, una vera e propria task-force proiettata al futuro.
Tra di loro è stato premiato il Super Venditore dell’anno, Mario Latini dell'azienda IVM Srl. “Mario - ci dice la direzione del Gruppo “ha fatto un anno meraviglioso, ha saputo mettere in pratica con risultati eccellenti tutte le strategie intraprese durante l’anno atte a fidelizzare i nostri rivenditori. Ha in sé la capacità di trasmettere i concetti basilari per gli Axel Point, ha un seguito di clientela che lo premia non solo tramite il fatturato, ma attraverso continui attestati di stima. È per questo e per tanti altri dettagli che abbiamo ritenuto di premiarlo insieme agli altri e riconoscergli qualcosa in più”.
Stimolo e orgoglio, questi sono due dei sentimenti che Mario Latini ci ha trasmesso. Raggiunto telefonicamente, ha così commentato il premio: “Sono orgoglioso del riconoscimento, sia per essere risultato il migliore fra tanti professionisti capaci, sia soprattutto perché questo titolo ricorda Paolo Bernardinello, compianto collega del Veneto, mai dimenticato ma che anzi, grazie a questo riconoscimento, vive tutti i giorni insieme a noi, alla grande famiglia di Axel Group”.
Da queste parole comprendiamo quanto sia forte il valore dato alle persone e quanto queste abbiamo importanza all’interno di un Gruppo che sta crescendo - sia in termini di fatturato sia di distribuzione - ma che sa riconoscere che senza il punto fermo dell’uomo, queste performance non sarebbero possibili.
“Axel sta con la sua gente per arrivare al cuore del consumatore passando attraverso il rivenditore. Quest'ultimo diventa quindi il punto focale ma che - ancora oggi - fatica a comprendere le chiavi del cambiamento che si sta rendendo necessario al mutare del mercato”.


Axel premia i venditori dell'anno
Piercarlo Grande per HD DISTRIBUZIONE di Torino
Mario Latini per IVM di S. Pietro di Legnago (VR)
Bruno Campaci per FERUTENSIL di Rovigo
Roberto Rosi per F.LLI MORETTI di S. Maria a Monte (PI)
Giuseppe De Felice per F.LLI ZANGRILLO di Formia (LT)
Antonio Orlando per FERRAMENTA SALVATORE di Sambuceto (CH)
Salvatore Greco per DEMAR di Lecce
Andrea Rinaudo per CASCINO ANGELO & C. di Termini Imerese (PA)
Il migliore di Axel Group
Mario Latini per IVM di S. Pietro di Legnago (VR)