Accedi oppure registrati

Interviste » Irwin: la nuova scelta per il professionista

Irwin: la nuova scelta per il professionista

Condividi Segnala a un amico 20 January 2011
Irwin Industrial Tools, già da anni presente in Italia, in ottica di un ulteriore sviluppo e crescita è oggi alla ricerca di nuovi partner commerciali su tutto il territorio nazionale, a cui offrire servizi in termini di formazione e interventi mirati sul punto vendita.

Produttore americano di utensili a mano e accessori per elettroutensili, Irwin fa parte della multinazionale Newell Rubbermaid Company, colosso quotato in Borsa con sei miliardi di dollari di fatturato.
In Italia il marchio Irwin, destinato al mercato della ferramenta, utensileria ed edilizia, è distribuito da grossisti e utensilerie su tutto il territorio nazionale, con una maggiore presenza nel Nord Italia e solidi piani di sviluppo per il centro sud.
Massimiliano Cecconi, Key Account Tools Italia, ed Edoardo Sostegni, Sales Manager Sud Europe, ci hanno raccontato le strategie dell’azienda americana, che punta tutto su qualità, formazione e servizio al cliente.

MondoPratico: Irwin si distingue per un alto livello di qualità: questo plus viene recepito nel modo giusto dalla rivendita?
Irwin: Partiamo da un presupposto fondamentale: il prodotto Irwin, rispetto alla media dei prodotti presenti sul mercato, si distingue sempre per una funzionalità aggiuntiva, un brevetto, qualcosa insomma che lo differenzia dagli altri. E proprio per questo il banconista dovrebbe spendere sempre una parola in più per presentarlo ai propri clienti; ma, come spesso accade, ciò non sempre avviene, soprattutto per motivi di tempo. Per questo abbiamo pensato a espositori, brochure, interventi mirati sul punto vendita, in modo tale che il prodotto Irwin possa essere proposto nella maniera giusta grazie al fondamentale supporto alla vendita e comunicazione all’utente finale.

MondoPratico: Come si sviluppa il rapporto tra Irwin e i propri partner commerciali?
Irwin: Ci siamo concentrati finora su partner commerciali particolarmente collaborativi, e cioè utensilerie professionali medio-grandi, grossisti, e questa strategia ci sta dando ragione. Nel rapporto di partnership che instauriamo rientra tutta una serie di servizi che forniamo ai nostri clienti: giornate formative, volantini, corner dedicati all’interno dei punti vendita, supporti audiovisivi, attività della rete agenti. Al momento abbiamo circa 300 clienti attivi concentrati nel nord Italia.

MondoPratico: Oggi però siete pronti a espandere la vostra distribuzione anche al Sud Italia…
Irwin: L’ assenza di un magazzino italiano (tutti i prodotti sono distribuiti dal Centro Logistico Europeo in Polonia) ci ha spinto a collaborare con partner strategici (grossisti e distributori) localizzati soprattutto nel Nord Italia, per ridurre i tempi di consegna.
Le ambizioni di crescita e ulteriore copertura territoriale si orientano verso il Centro e Sud Italia.
Proprio per alimentare questo tipo di strategia siamo in cerca di nuove collaborazioni con grossisti della zona, per i quali garantiamo assoluto sostegno in fatto di sell-out, e cioè formazione, incentivi, bonus. Il tutto per poter essere competitivi, a breve, sull’intero territorio nazionale.

MondoPratico:Quanto ha risentito la vostra azienda del delicato momento economico-finanziario che sta attraversando il settore?
Irwin: Grazie all’effetto novità (Irwin è un brand relativamente “giovane”), che ci ha sicuramente aiutato, in Italia abbiamo risentito meno della crisi rispetto ad altre realtà nostre concorrenti. La chiave del successo è stata quella di selezionare con la massima attenzione i partner commerciali, in modo tale da ridurre al minimo le insolvenze, che sono state inferiori all’1%.

MondoPratico:Proprio in momenti di crisi, il prodotto di qualità emerge…
Irwin: Esatto. Un prodotto di elevata qualità può trarre giovamento da una fase negativa dal punto di vista economico-finanziario: lo strumento da acquistare deve rappresentare per il professionista qualcosa di cui possa fidarsi, su cui possa contare, e la crisi inevitabilmente penalizza i prodotti di scarsa qualità.

MondoPratico:Su quali prodotti puntate maggiormente?
Irwin: Irwin da sempre è riconosciuta come specialista nella produzione di punte muro (Joran). Possiamo definirci, senza alcun dubbio, il primo produttore al mondo, in termini di volumi, di punte per trapano.
Con il marchio Lenox, inoltre, proponiamo una gamma estremamente qualitativa di accessori per elettroutensili (seghe a tazza, lame a gattuccio/alternative, lame a mano) per il taglio di acciaio, ghisa e materiali particolarmente duri (gres porcellanato).
A marchio Visegrip, nome storico presente dal 1924 negli Stati Uniti, presentiamo un’ampia gamma di pinze autobloccanti, che quest’anno si è arricchita con il lancio di una linea completa di pinze a pappagallo per idraulici, su cui puntiamo molto per il futuro.


Chi è Newell Rubbermaid
Newell Rubbermaid Company, multinazionale americana quotata in Borsa con sei miliardi di dollari di fatturato nell'ultimo anno, conta circa 27.000 impiegati in tutto il mondo. Presenta un portafogli di marchi importante e diversificato, con 4 divisioni al suo interno: dagli utensili (marchi Irwin e Lenox) ai prodotti per la scrittura (marchi Parker, Waterman, Paper Mate), dalla pulizia (marchio Rubbermaid) ai prodotti per l'infanzia (marchi Aprica e Graco).



Chi è Irwin
Irwin nasce dall'American Tool Cies, fondata nel 1924 in Rubbermaid Nebraska e acquisita nel 2002 da Newell Rubbermaid. Nel corso degli anni, acquisizioni e lanci di nuovi prodotti hanno ampliato notevolmente la gamma di punte per edilizia e utensili e accessori per il taglio del legno. Dotata di propri stabilimenti produttivi, con commercializzazione in tutto il mondo, Irwin è oggi un marchio forte e ampiamente conosciuto sul mercato.