Accedi oppure registrati

Interviste » Nuova sede per Malfatti & Tacchini

Nuova sede per Malfatti & Tacchini

Condividi Segnala a un amico 04 October 2013
Da settembre Malfatti e Tacchini ha una nuova e imponente sede: 7.000 mq coperti di magazzino e 3.000 mq di uffici, su un'area complessiva di 15.000 mq. Un investimento importante che ha permesso l'unificazione, sotto un unico tetto, delle due attuali strutture logistiche di Ossona e Bresso.
Fondata nel 1908, Malfatti & Tacchini si è subito specializzata nelle serrature di sicurezza, con un'area di influenza in Lombardia, Veneto ed Emilia. Dal 1950 l'azienda ha esteso a tutta Italia la distribuzione di serrature, ferramenta e utensileria ottenendo crescente successo. L'evoluzione "immobiliare" di Tacchini & Malfatti riflette infatti questa crescita: nel 2005 con l'apertura del nuovo polo logistico di Ossona e oggi nell'unificazione delle due sedi.
Malfatti & Tacchini è in realtà un Gruppo, che comprende anche altre società, come Metalogistic (che cura i servizi logistici), Iron Mint (fornitore di utensileria e sicurezza per la grande distribuzione) e Proxe (specializzata nella sicurezza attiva, cioè domotica, telecamere, video sorveglianza, allarmi, ecc.).
40 dipendenti, 54 agenti e una base di 2.500 clienti attivi, fanno di Malfatti & Tacchini un punto di riferimento nazionale per la sicurezza domestica, con un giro d'affari di circa 20 milioni di euro, 4 dei quali derivanti da Iron Mint e Proxe.
Per scoprire nuovi dettagli sulla nuova sede, abbiamo incontrato Michele Tacchini, presidente di Malfatti & Tacchini.
 
Mondo Pratico: La nuova sede è pronta: un passo importante?
Michele Tacchini: Per noi è un passo molto importante perchè ritorniamo alla situazione di 8-10 anni fa, quando avevamo un magazzino unico centrale che serviva sia la clientela sia la vendita al banco.
Un passo importante è già stato compiuto l'anno scorso, quando abbiamo introdotto la radiofrequenza, con tutto quello che ne consegue. Ci trasferiamo a settembre nella nuova sede già forti di questo strumento di gestione: l'unificazione dei magazzini significherà maggiore efficienza e maggior servizio alla clientela.
 
Mondo Pratico: Era questo il primo obiettivo di questa nuova sede? Migliorare l'efficienza?
Michele Tacchini: L’obiettivo è di migliorare il servizio alla clientela e migliorare il servizio al banco, che per il nostro tipo di attività è molto importante. Torniamo a quella che era l’importanza del banco in Malfatti & Tacchini fino a qualche anno fa.
Accanto alla radiofrequenza, alle nuove strutture e all'unificazione dei magazzini,"migliorare il servizio" significa anche un'area parcheggio adeguata, un'esposizione completamente rinnovata e un più facile accesso viabilistico.
 
Mondo Pratico: Come sarà strutturato il servizio al banco?
Michele Tacchini: L'area di vendita sarà completamente nuova, sia dal punto di vista dell'impostazione, sia per il concept e il layout del punto vendita. Non un classico banco di un magazzino, ma un punto vendita inserito all’interno del magazzino. Una filosofia completamente nuova, con aree espositive organizzate, un’area dedicata all’esposizione delle novità del mondo  della sicurezza e un’area dedicata agli altri articoli di ferramenta. In parte sarà espositiva e in parte a libero servizio.
Inoltre avremo un'ampia area destinata agli uffici, che utilizzeremo per i nostri corsi di formazione e per le esposizioni promozionali o stagionali.
 
Mondo Pratico: Chi sono i vostri clienti?
Michele Tacchini: Siamo grossisti e vendiamo esclusivamente ai rivenditori e non agli installatori o agli artigiani.
 
Mondo Pratico: Il rivenditore ha ancora bisogno del servizio al banco? Il retailnon fa programmazione degli acquisti?
Michele Tacchini: Si, ma essendo specializzati nella sicurezza, capita spesso che arriva il cliente con la porta sottobraccio con la serratura sfondata. E ha bisogno di un soluzione subito: la vendita assistita al banco è fondamentale per l’acquisto di emergenza, inoltre c'è una certa tradizione e abitudine a servirsi al banco per questi genere prodotti.
 
Mondo Pratico: Mi stupisce la vendita al banco, affiancata al sito che avete realizzato recentemente concepito per acquisti b2b online...
Michele Tacchini: Il sito sta lavorando bene e siamo molto soddisfatti. Lo usano i nostri agenti, che lo mostrano ai clienti come se fosse un catalogo e nel contempo possono fare gli ordini. Preciso che è riservato al b2b e non vendiamo online: il nostro e-commerce è di supporto all'attività dei nostri agenti. Ciò significa che ogni ordine viene controllato dai nostri agenti, che inseriscono le condizioni contrattuali e autorizzano l'evasione dell'ordine.
Accanto al sito abbiamo i nostri 2 cataloghi, Ferramenta e Sicurezza, di circa 500 pagine l’uno, con tutta la nostra offerta. Naturalmente i cataloghi sono estremamente automatizzati: ciò significa che tutti i prodotti si trovano anche nel sito, che naturalmente offre la possibilità di ospitare gli aggiornamenti in tempo reale.
Non pensi al "solito" catalogo promozionale: noi realizziamo degli strumenti di vendita per i negozianti, che li utilizzano come "cata-listino" nei confronti dei clienti, poichè indichiamo i prezzi di rivendita.
 
Mondo Pratico: Prima parlavamo di formazione. Nel mercato della sicurezza i grossisti svolgono un ruolo fondamentale per la diffusione delle informazioni e gli aggiornamenti a favore del rivenditore e quindi dell'utenza finale. Un anello della filiera che svolge un servizio fondamentale: la formazione vi ha trasformati in qualcosa di più di un semplice intermediario?
Michele Tacchini: Molti rivenditori sono espertissimi, altri un po' meno. Anche perchè ognuno ha un differente grado di specializzazione nella sicurezza. Oggi il grossista ha sicuramente un ruolo importante nel trasferire le informazioni tecniche sui prodotti e quindi nel comunicare le novità di prodotto.
Però, mi permetta, questo è un lavoro che dovrebbe fare l’industria. A parte pochi gruppi molto importanti, il mercato della sicurezza è fatto di piccole e medie aziende, che non hanno la capacità economica per investire in comunicazione. Quindi tocca a Malfatti & Tacchini proporre le innovazioni e l'informazione: siamo consci che un grossista specializzato evoluto debba poter aiutare il mercato a crescere. Per questo coinvolgiamo i fabbricanti nelle nostre attività di formazione e divulgazione, con ottimi risultati per tutti.
 
Mondo Pratico: Come sta cambiando il modo di difenderci?
Michele Tacchini: Il mondo della sicurezza è complicato e soprattutto differentemente declinato a livello locale. Ci sono serrature che si usano in Liguria e non in Lombardia, così come nel sud vanno molto le serrature con lo scrocco, senza maniglia all'esterno.
Noi operiamo a livello nazionale e siamo in grado di aiutare i rivenditori, costruendo l'assortimento sulla base delle rotazioni locali.
 
Mondo Pratico: Quali prodotti vi stanno facendo lavorare di più?
Michele Tacchini: Stiamo facendo un grandissimo lavoro per rendere più sicure le serrature con le chiavi a doppia mappa. Che nella prima serie, uscita trent’anni fa, non aveva le caratteristiche di sicurezza che ha adesso. A causa di troppe effrazioni, quasi tutte le aziende produttrici si sono attrezzate per mettere delle "trappole" (ghigliottine e altri congegni) per renderle più sicure ed efficaci. Ci sono anche dei congegni che - senza sostituire la serratura – permettono il passaggio dalla chiave a doppia mappa alla chiave a cilindro europea unificata (antiscasso, antistrappo e antibumping). Sono blocchetti preconfezionati adattabili alle varie serrature.
Stiamo lavorando tantissimo con i defender, che permettono la messa in sicurezza della parte del cilindro che è esposta all’esterno della porta. Un prodotto nuovo, che fino a poco tempo non esisteva in Italia e sta andando tantissimo.
Da un certo punto vista, grazie a tutte queste novità il comparto delle serrature di sicurezza è uno dei pochi che sta crescendo.
 
 
 
Quando si parla di sicurezza domestica, sono fondamentali la formazione e il continuo aggiornamento tecnico, per conoscere le ultime novità del mercato. Nella sede di Malfatti & Tacchini, all'interno dell'area dedicata alla formazione, sono montati 25 metri lineari di pannelli con tutte le serrature disponibili in commercio, esposte in modo da poter essere testate e smontate. L'attività di formazione parte quindi dalle base tecniche e pratiche della sicurezza domestica.