Accedi oppure registrati

Interviste » Otisgreen presenta HoH!

Otisgreen presenta HoH!

Condividi Segnala a un amico 20 January 2014

Tag:

Il mercato del giardinaggio acquisisce un nuovo player: si tratta di Ortisgreen,azienda bergamasca specializzata in verde verticale. Apre al grande pubblico con HOH!, il sistema di quadri vegetali che consente di appendere il verde in casa. Ortisgreen è una società bergamasca specializzata nella progettazione e realizzazione di spazi scenografici e soluzioni innovative di verde verticale. Produce pareti e quadri vegetali totalmente personalizzabili, che sfidano la forza di gravità per trasformare le pareti in un piccolo angolo di paradiso. Abbiamo incontrato Alberto Vitali, rappresentante legale e socio di Ortisgreen per conoscere meglio questa realtà destinata a far parlare molto di sé. 

Da Patrick Blanc ai giorni nostri

Mondo Pratico: Come è nata la società Ortisgreen? (anno, fondatori, breve storia, num.dipendenti, sede)
Alberto Vitali: L'avventura di Ortisgreen nasce nel 2009 quando Pietro Panza - giardiniere da sempre appassionato di vertical garden - e Stil srl, azienda di carpentiera della famiglia Ferrari, decidono di unire le rispettive conoscenze con l'obiettivo di ideare e progettare soluzioni nuove nel campo del verde verticale.          
Nei primi anni si lavora al perfezionamento della tecnica con utilizzo di substrato naturale per la realizzazione di verde verticale, tendenza lanciata negli anni '80 dal botanico francese Patrick Blanc. La società viene lanciata ufficialmente a Genova nel 2011, durante la 10ªedizione di Euroflora: per Ortisgreen la prestigiosa fiera è il trampolino di lancio nel settore garden e home decor. 
 
Mondo Pratico: Qual è il vostro core business?
Alberto Vitali: Il nostro core business è caratterizzato dalle pareti vegetali e dai quadri vegetali, creati secondo una tecnica da noi sviluppata e progettata utilizzando materiali naturali e strutture modulari di qualità; tali prodotti sono totalmente personalizzabili e pensati per esaudire i desideri di un pubblico di fascia medio-alta.
Le pareti vegetali modulari sono la prima e più creativa espressione della nostra tecnica del verde verticale. Le piante sfidano la gravità dando vita ad un oggetto vivo che arreda naturalmente e offre nuove prospettive per la decorazione d'interni. Fantasia green e tecnica sono le qualità delle nostre creazioni, che vengono rispecchiate anche nei quadri vegetali, altro prodotto di punta e brevetto specifico di Ortisgreen. Un esercizio di stile dalle dimensioni ridotte, veri e propri quadri realizzati con la natura; tavolozze vegetali in grado di trascinare l'osservatore in un'esperienza multi sensoriale.
Ma non ci fermiamo certo qui, tra le altre proposte per l'arredo e la decorazione d'interni abbiamo ideato anche i tavolini vegetali, mini giardini allestiti all'interno di un tavolo moderno e minimale; mentre per l'outdoor c'è Hub. Riusciamo così ad esaudire e soddisfare molteplici richieste.
I nostri prodotti sono pensati per adattarsi a diversi contesti d'uso: ambienti pubblici, privati ed esercizi commerciali; catene alberghiere, ristoranti e molto altro. Ogni progetto è costruito su misura, a disposizione anche per il noleggio.
 
Mondo Pratico:  Quanto è aumentata la richiesta di verde verticale in Italia negli ultimi anni?
Alberto Vitali: Dalle prime opere realizzate dal fautore della tecnica del verticale, il botanico Blanc, fino ad oggi la passione e il desiderio di verde verticale è andato via via aumentando, sia per il desiderio di qualcosa di innovativo sia per i mutamenti delle esigenze abitative del pubblico. Inoltre l'attenzione ad uno stile di vita più green e ad un contatto maggiore con la natura ha sicuramente fatto avvicinare anche i più scettici a queste nuove soluzioni. Attualmente però la situazione economica e la crisi in corso non hanno facilitato l'aumentare della richiesta, sia da privati sia da aziende, ma siamo fiduciosi e stiamo sviluppando soluzioni di verde verticale che si adattino anche alle esigenze economiche dei nostri clienti. Cerchiamo così di dare a tutti la possibilità di avvicinarsi e sperimentare l'affascinante mondo del verde verticale ad un costo accessibile.
 
Mondo Pratico: Nonostante quella di Ortisgreen sia una realtà aziendale recente, avete già fatto molta strada: dalle fiere di settore, agli allestimenti di alcune mostre fino alle dimostrazioni pratiche di realizzazione di giardini verticali...
Alberto Vitali: Giusto, siamo ancora in fase di start-up ma siamo attivissimi in diversi campi: fiere, mostre-mercato, eventi, installazioni e numerose collaborazioni, alcune delle quali ci hanno regalato molte soddisfazioni; come la parete vegetale per la Suite Vitrea dell'architetto italiano Alberto Apostoli (Made Expo 2011), gli allestimenti per fiere di diversi settori come Macef, Taste oppure Host senza contare le realizzazioni d'arredo vegetale per realtà aziendali; nel mese di marzo 2013 abbiamo installato una parete vegetale da esterno di 30 mq presso il museo-parco botanico Villa Carlotta sul lago di Como; abbiamo partecipato come sponsor tecnici ad allestimenti di mostre come FootballSpaceGallery e alle attività per la candidatura di Bergamo a Capitale Europea della Cultura 2019.

L'oasi verticale per il grande pubblico 

Mondo Pratico:  Nel 2013 Ortisgreen si apre al grande pubblico con un prodotto innovativo, il quadro vegetale HOH!. Ce ne può parlare?
Alberto Vitali: Certo, negli ultimi anni abbiamo deciso di espandere la gamma di prodotti puntando a un pubblico di fascia più ampia, è nato così HOH!Hang.Oasi.Home (Appendi un'oasi in casa): complemento d'arredo pronto all'uso per chiunque volesse portare a casa propria un'oasi verticale, sperimentando in prima persona, e con estrema facilità, il verde verticale. HOH! deriva dall'esigenza di portare questa nuova esperienza di verde indoor a un pubblico ampio e a un costo accessibile per godere in formato ridotto del verde verticale ed è il risultato di un'attenta fase di prototipazione, fino alla versione definitiva presentata in occasione di Macef 2013. HOH è un prodotto facile e dalla spesa contenuta, un oggetto di design naturale mai banale e sempre diverso, resiste anche ai pollici più neri ed è un'idea regalo innovativa che strizza l'occhio al risparmio e alla versatilità: potrete infatti cambiare composizione vegetale ogni volta che si desidera.
 
Mondo Pratico:   HOH! contiene al suo interno tutto l'occorrente tranne, per ovvie ragioni, le piantine. Ci sono specie più adatte di altre? Avete pensato a del materiale “didattico” per il punto vendita?
Alberto Vitali: Le piantine vengono scelte dal cliente a proprio piacimento, con massima libertà e nei punti vendita più comuni (fioristi, garden center ma anche grande distribuzione). La lista è molto ampia, noi suggeriamo piante da interno, che ben si sposano con il substrato naturale di sfagno, in vasetti da 7 a 10cm; tra le varietà più adatte ci sono: Calathee, Clorophitum, Ficus pumila, Chamaedorea, Marante, Photos, oppure Tradescantia e Filodendro, ancora Spatiphyllum, Anthurium, Fittonia con le sue bellissime venature o la Hypoestes phyllostachya; Capelvenere ma anche Orchidee. Oltre al fattore puramente estetico ci teniamo anche a sottolineare che HOH! accoglie al suo interno la maggior parte delle piante che combattono l'inquinamento nelle nostre case causato da polveri, formaldeide e ammoniaca, fumo ma anche benzene e onde elettromagnetiche. Bello da vedere ma anche utile alla nostra salute è questo il verde verticale che vogliamo diffondere. Parlando proprio di punti vendita abbiamo predisposto materiali illustrativi (cartoline, brochure in diverse lingue) ed espositori dove osservare la mini guida per realizzare HOH! ed ammirare dal vivo una composizione appesa. Stiamo anche pensando di realizzare a breve un video tutorial professionale.
Con i nostri partner, siano essi punti vendita, fioristi, garden center grandi o piccoli, designer o arredatori, cerchiamo di organizzare attività e incontri: teniamo dimostrazioni in loco per i clienti affezionati e forniamo supporto nella comunicazione diffondendo ai nostri fan i loro contatti e mostrando le loro realizzazioni con HOH! Utilizziamo poi il sito web come canale di vendita online per raggiungere anche zone dove ancora non sono presenti rivenditori.
 
Mondo Pratico: Cosa significa nel 2013 registrare il marchio di un prodotto interamente Made in Italy?
Alberto Vitali: Viviamo in un mondo globalizzato dove conoscenze e know-how viaggiano a doppia velocità rispetto al passato, restare al passo coi tempi e creare qualcosa di davvero innovativo è una sfida quotidiana anche per noi; per poter valorizzare al meglio la nostra esperienza e le nostre capacità abbiamo deciso di proteggere i nostri prodotti e la loro idea registrando i marchi Ortisgreen e HOH! e depositando i brevetti di alcune nostre soluzioni. Il Made in Italy, la creatività italiana, o nel nostro caso dovremmo dire “bergamasca”, non è solo una frase fatta o un bel marchio da apporre sulla confezione: per noi rappresenta una scelta, un modo di lavorare. Abbiamo costruito i nostri prodotti con passione, seguendo diverse fasi di prototipazione e mettendoci tutto il nostro ingegno, abbiamo scelto di sviluppare soluzioni che meglio si adattassero alle esigenze del pubblico, e per farlo siamo rimasti in Italia con i pro e i contro che questo comporta. Tutte le fasi del processo produttivo: ideazione, disegno, realizzazione tecnica, stampaggio e molto altro, tutto è realmente realizzato in Italia. Ci siamo costruiti così credenziali salde e affidabili per poter portare le nostre idee e i nostri prodotti anche su mercati più ampi. Made in italy è una certificazione, ma anche un modo di valorizzare il nostro verde verticale, la nostra creatività e garantire ai clienti la qualità e il servizio che da sempre sappiamo offrire.