Accedi oppure registrati

News » Meccanica Varia: dalla stabilità del 2010 ai segnali di ripresa per il nuovo anno

Meccanica Varia: dalla stabilità del 2010 ai segnali di ripresa per il nuovo anno

Condividi Segnala a un amico 16 December 2010

Tag:

Dopo un anno di stabilità le aziende sono pronte per la ripresa già nel 2011 (+3%). L’export è tornato positivo nel 2010 (+1%) e riparte nel 2011 (+3,9%). L’occupazione ha ancora segno negativo nel 2010 (-1,5%) e nel 2011 (-0,5%). Gli investimenti riprenderanno solo nel 2011 (+1%).

Sono stati presentati i dati di pre-consuntivo 2010 e le stime 2011 elaborati dall’Ufficio Studi ANIMA, Federazione delle Associazioni Nazionali dell’Industria Meccanica Varia e Affine di Confindustria. Dopo i primi sei mesi dell’anno con i relativi segnali positivi, l’autunno invece ha segnato il passo, come conferma l’indice di produzione Istat, tanto da far rivedere al ribasso le stime 2010 e 2011.
Se per il 2010 si parla di una chiusura in stabilità (0%), gli imprenditori ritengono che i primi segnali di ripresa per la produzione si concretizzeranno solo nel 2011 (+3%) con la spinta maggiore sempre data dall’export (+3,9%).
I dati Istat sull’export della prima metà del 2010 confermano che la fiducia degli imprenditori può crescere solo grazie alle commesse provenienti dai Paesi emergenti e in generale dalle economie dinamiche e flessibili come ad esempio la Francia, che si conferma primo mercato per il nostro export (+6%), la Germania (+11%), il Regno Unito (+19%) e la Spagna (+6%).
Aumento del costo delle materie prime e rischio di relative speculazioni in atto non facilitano gli sforzi della piccola impresa come della multinazionale.

Sintesi dei macrosettori della meccanica varia


Rispetto ai dati pubblicati a luglio 2010, nei dati di pre-consuntivo 2010 e previsioni 2011 sono state considerate anche le imprese acquisite durante l’anno, i Costruttori per macchine, arredamenti e attrezzature per gelato, e, per la prima volta, i Costruttori italiani di strumenti per pesare.

Tecnologie per l’energia. Il settore energetico è in un momento di particolare affanno. Il pre-consuntivo indica un calo della produzione (-0,3%) che, anche se lieve, non registra un miglioramento rispetto al consuntivo 2009 già in grave discesa. Le previsioni stimano per il 2011 un parziale recupero (+3,6%). Il comparto delle Pompe si dimostra un’eccezione positiva facendo registrare un incremento sia a livello di pre-consuntivo 2010 (+3,1%) sia come stime 2011 (+6%).

Tecnologie per l’edilizia. Il settore dell’edilizia manifesta una sosta dell’andamento negativo, dovuta alle tecnologie Made in Italy, apprezzate in tutto il mondo, che trainano il settore mentre il mercato interno è ancora in stallo in attesa degli effetti del Piano casa. Il pre-consuntivo 2010 segnala un calo minimo della produzione (-0,2%) rispetto al 2009 mentre le stime 2011 annunciano un incoraggiante traguardo (+4,1%). Sono risultati che risentono dell’incremento del fatturato di tre comparti particolarmente positivi: Apparecchi e componenti per impianti termici (pre-consuntivo 2010: +4,4% - previsioni 2011: +2,8%), Valvole e rubinetti (pre-consuntivo 2010: +3% - previsioni 2011: +6%), Impianti, apparecchiature e prodotti per acque primarie civili (pre-consuntivo 2010: +5% - previsioni 2011: +5%).

Tecnologie per la logistica e movimentazione. La Logistica e Movimentazione ha sofferto della mancata proroga della Tremonti Ter, un’agevolazione che ha avuto troppo breve durata perché il settore potesse godere dei suoi effetti. Produzione (pre-consuntivo 2010: -2,1% - previsioni 2011: +0,1%). Esportazione (pre-consuntivo 2010: +0,5% - previsioni 2011: +0,5%). Occupazione (pre-consuntivo 2010: -3,1% - previsioni 2011: -1,1%).


Tecnologie alimentari. Il settore Alimentare presenta un pre-consuntivo 2010 con i livelli produttivi in positivo (+1,9%) così come le previsioni 2011 (+2%).

Tecnologie per la sicurezza e l’ambiente. I numeri contenuti del settore Sicurezza confermano la situazione di stabilità generale della Meccanica. Picco positivo delle previsioni 2011 per l’export (+6,3%) dovuto in particolare al comparto Serrature ferramenta e maniglie. Produzione (pre-consuntivo 2010: -0,8% - previsioni 2011: +1,2%). Esportazione (pre-consuntivo 2010: +1,1% - previsioni 2011: +6,3%). Occupazione (pre-consuntivo 2010: -0,3% - previsioni 2011: 0%).

Tecnologie per l’industria. Perdura la situazione positiva del settore Industria che mantiene il segno positivo anche nei livelli occupazionali. Laddove non ci sono assunzioni, non si verificano nemmeno licenziamenti. Produzione (pre-consuntivo 2010: +8,2% - previsioni 2011: +8,8%). Esportazione (pre-consuntivo 2010: +6,3% - previsioni 2011: +4,5%). Occupazione (pre-consuntivo 2010: +1% - previsioni 2011: 0%).