Accedi oppure registrati

News » Kingfisher si ritira dall'acquisto di Mr Bricolage e chiude 60 negozi B&Q

Kingfisher si ritira dall'acquisto di Mr Bricolage e chiude 60 negozi B&Q

Condividi Segnala a un amico 31 March 2015
Dopo la nostra anticipazione data nei giorni scorsi, è definitivamente saltata l'acquisizione di Mr Bricolage da parte di Kingfisher:l'ha annunciato lo stesso gruppo britannico, alla luce dei passi indietro fatti dal gruppo francese proprio negli ultimi giorni di trattative. Adesso Kingfisher, come previsto, sta studiando eventuali azioni legali nei confronti di Mr Bricolage.
Sono ore molto frenetiche in casa Kingfisher, che ha anche annunciato la chiusura di 60 punti vendita B&Q, uno dei marchi principali del gruppo. "Chiuderemo il 15% circa dei negozi a marchio B&Q e i nostri pochi punti vendita in calo in Europa" ha dichiarato il nuovo CEO di Kingfisher Veronique Laury, "e partiremo con un programma di sviluppo dei nostri negozi di grandi metrature". I rumors parlano inoltre di una imminente apertura di numerosi nuovi punti vendita a marchio Screwfix (negozi molto hard, il cui format è tra i più vincenti nell'intero panorama europeo), in modo da compensare la chiusura dei negozi B&Q appena annunciata.
Si sta intanto facendo sempre più insistente la voce secondo la quale l'obiettivo finale di Veronique Laury (già CEO di Castorama) sia quello di eliminare del tutto il marchio B&Q e sostituirlo proprio con negozi a marchio Castorama, che varcherebbe così i confini francesi e sbarcherebbe nel Regno Unito: un'operazione (denominata "One Kingfisher") che porterebbe all'apertura dei punti vendita solo in base al format richiesto e a prescindere dalla nazione di appartenenza.