Accedi oppure registrati

News » Chi innaffia in estate?

Chi innaffia in estate?

Condividi Segnala a un amico 01 July 2008
Sono tante le soluzioni per irrigare le piante durante l’assenza dei proprietari: dall’acqua complessata ai sistemi per osmosi, fino ai kit composti da un contenitore per l’acqua e da microirrigatori.
Vediamoli insieme...

Aquasorb di Fiba è un gel che supporta le carenze idriche delle piante.

Guaber, con Irri-gò, è stata la prima azienda a lanciare in Italia l’innovativa acqua complessata, costituita da fibre naturali (cellulosa) e acqua demineralizzata. I microrganismi presenti nel terreno attraverso la digestione della cellulosa liberano l’acqua per 20-30 giorni. Un vero best seller.

Mondo Verde presenta Aqua Gel, acqua gelificata a cessione controllata. In questo caso il gel si applica direttamente sul terreno.

Il kit Oasis per irrigare le piante d’appartamento proposto da Claber è una bomba e funziona alla perfezione.

Nel catalogo Ipierre troviamo il kit programmatore elettronico per microirrigazione. Composto da una pompa e un trasformatore, permette la distribuzione dell’acqua tramite una rete di microirrigatori.

Gardena ha studiato un “set vacanze” per innaffiare in modo automatico fino a 36 vasi. É disponibile anche nella versione con contenitore per l’acqua da 9 litri.

Koala è una delle novità 2008 di Uniflex: si tratta di un kit per piante da interni da appendere al vaso che garantisce mediamente 10 giorni di autonomia.

Aquasolo, distribuito da Guaber, è un cono diffusore in ceramica sul quale si possono avvitare la quasi totalità delle bottiglie di plastica presenti sul mercato, grazie a tre possibilità di avvitamento. Si riempie la bottiglia, si avvita Aquasolo, si pianta il cono nel terreno e il gioco è fatto!

Riserva d’Acqua di Cifo è un’altra soluzione che prevede l’impiego di un gel che permette un lento rilascio dell’acqua, annaffiando le piante per circa 30 giorni.